Feed RSS

Archivi tag: riso

Riso con verdure speziate

Riso con verdure speziate - fiocchi di burro

 

Si ok, forse un quarto della mia alimentazione si basa su queste cose dai profumi d’oriente… e che ci posso fare se li trovo molto più buoni di timo e maggiorana? 😛 😛 In questa ricetta c’è anche la rapa, ortaggio che mi hanno dato in ogni salsa al ristorante coreano!

Questo l’ho preparato per cena a una mia amica che sentiva il salutare bisogno di mangiare un sacco di verdura! ^^

Ingredienti (un po’ tutto quello che c’è nel frigo) per 4 persone:

  • 1 peperone rosso piccolo
  • 1 patata
  • 1 rapa piccola
  • 1 pezzetto di crauto
  • 3 foglie di cavolo nero (senza gambo)
  • 3 carote
  • 2 zucchine
  • 1 cucchiaio di sambal olek
  • curry verde, coriandolo, pepe, paprika
  • salsa di soia q.b.
  • olio d’oliva
  • sale
  • 400 gr di pollo a fette
  • 1 uovo a testa
  • 350 gr di riso cinese

Preparazione:

Lavate, pulite e tagliate a cubetti la verdura. Fatela saltare in padella con l’olio utilizzando una padella molto ampia o una wok. Aggiungete la salsa di soia, il sambal olek, le spezie, il sale e mezzo bicchiere d’acqua, coprite e fate cuocere (volendo potete anche sfumare prima col vino). La verdura cuoce nel tempo in cui preparate il riso, quindi… mettete l’acqua a bollire e preparatelo. 😛 Tagliate a cubetti il pollo e aggiungetelo verso la fine, sarà cotto in pochi minuti.

Quando il riso è pronto o quando comunque manca poco a scolarlo preparate delle uova a occhio di bue.

Impiattate servendo in un unico piatto il riso, a fianco una quantità abbondante di verdure e sopra l’uovo. Buon appetito!!

Annunci

Riso thai ma non troppo… con funghi, verdure e gamberi

Riso thai funghi e gamberi - fiocchi di burro

Questa è una delle mie solite ricette simil-asiatiche fatte un po’ con quel che si trova nel frigo… anche perché tanto anche quando cerco le ricette asiatiche vere sono sempre un po’ reinterpretate, ispirate… insomma, a meno di sapere le lingue locali o di andarci a vivere per un mese, questo è il massimo che posso fare. 😛

Un appunto sui gamberi, argomento che mi sta molto a cuore: comprateli freschi, decongelati, surgelati.. l’importante è che siano CRUDI. Purtroppo la maggior parte dei gamberi che si trovano in commercio sono stati prima scottati e vi assicuro che la differenza nel sapore è tantissima. Tante persone sono accanite sostenitrici del pesce solo e soltanto fresco, ecco… sarà che io non ho il mare proprio proprio vicino, ma tra un gambero fresco e uno surgelato crudo non c’è molta differenza, tra un gambero crudo e uno scottato c’è la differenza tra un buon piatto e un piatto con del cibo gommoso e insapore. Potete farli cuocere anche solo un minuto, ma se sono duri e gommosini ancora prima di buttarli in padella sappiate che non ci sono speranze che migliorino, quindi CRUDI e da far cuocere per circa DUE MINUTI, se no li fate diventare sassi.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 350 gr di riso thai (va bene anche il basmati o il riso cinese Gallo che a me personalmente piace molto, o se non ve ne frega niente va bene un qualunque riso 😛 )
  • 300 gr di funghi misti (lo ammetto, ho ceduto al misto già pulito del supermercato con champignon, chiodini e altri di cui ignoro il nome :p ma principalmente vi servono degli champignon)
  • 2 carote
  • 2 zucchine
  • 1 pezzo di porro o in alternativa 1 scalogno
  • 6 bastoncini di surimi
  • 400 gr di code di gambero atlantico surgelate
  • misto spezie: curry verde thai, curry classico, coriandolo, pepe, paprika
  • salsa di soia (qualche cucchiaio)
  • olio evo q.b.
  • sale q.b

Preparazione:

Pulite e tagliate la verdura e i funghi. Tanto per cambiare dai soliti cubettini e striscioline ho tagliato la verdura a pezzettoni rettangolari.

Fate soffriggere tutto in padella con dell’olio caldo, aggiungete un mestolo d’acqua, della salsa di soia, le spezie e il sale, coprite e lasciare cuocere.

Nel mentre fare bollire il riso e pulite i gamberi privandoli del guscio e del filetto nero sul dorso. Quando il riso è quasi pronto potete buttare i gamberi in padella con le verdure e farli cuocere per un paio di minuti. A cottura terminata aggiungete anche il surimi, quanto basta perché si scaldi. Siccome il surimi tende a rompersi facilmente io di solito metto i bastoncini interi in padella e li taglio a pezzetti solo quando impiatto.

Se volete fare i fighi potete impiattare il riso aiutandovi con un coppa pasta e poi versandoci un po’ sopra e a lato il condimento, come in foto. 😉

 

 

Riso, ceci e cime di rapa

fiocchi di burro -  riso, ceci e cime di rapa

 

Buone le cime di rapa! Io ne mangerei a chili.. anche a ettari forse 😛 ..e soffro quando non è più stagione… (tra l’altro, qualcuno di voi ha mai provato a congelarle? vengono bene? potrei risolvere un grosso problema di astinenza!). Il primo assaggio di questa ricetta è nato da due ciotole di avanzi in frigo.. ma stavano così bene insieme che ora lo cucino così di proposito!!

Ingredienti (per 3/4 persone):

  • 300 gr di riso arborio o carnaroli
  • 1 mazzo di cime di rapa
  • 400 gr di ceci già cotti (i ceci sono forse l’unico legume in scatola che apprezzo quasi quanto quello secco, però se avete sbatti potete benissimo cuocerveli voi)
  • 1 spicchio di aglio
  • olio evo
  • sale
  • pepe

Preparazione:

Cime di rapa e riso cuociono insieme, quindi mettete a bollire dell’acqua in una pentola di dimensioni adeguate.

Pulite le cime di rapa privandole dei gambi più duri, tagliatele a pezzetti e lavatele. Mettetele a cuocere in acqua salata un attimo prima del riso, giusto perché perdano un po’ volume.  Unite il riso e fate cuocere circa 12 minuti.

Nel mentre fate cuocere ancora qualche minuto i ceci in un pentolino con un po’ di acqua, olio, sale e pepe.

Quando il riso è quasi pronto sbucciate l’aglio, tagliatelo a fettine (o schiacciatelo) e fatelo soffriggere in una padella con dell’olio.

Scolate (schiacciate un po’ le cime per evitare che trattengano troppa acqua) e unite sia il riso che i ceci nella padella con l’aglio, fate saltare per un minuto e servite!

…non saranno orecchiette, ma ogni tanto bisogna pur cambiare!

 

Risotto al vino rosso con pere e mascarpone

fiocchi di burro -  risotto vino rosso pere mascarpone

E quando viene a cena un’amica ormai abituata ad essere viziata dal vostro cibo che fate? non si può far altro che viziarla di più. “Grasa” dice lei, che è una fusione tra le parole “grazie” e “grassa”. Terminologia geniale e tremendamente adatta. Non che sia grassa eh… ma la sensazione dopo mangiato è quella. 😉

Ordunque.. risotto e dolce sia! Il dolce ve lo posto dopo…

Ingredienti: 

  • 300 gr di riso carnaroli (per due?? direte voi.. non si sa mai, e poi è buono anche avanzato)
  • 1/2 scalogno
  • 5 dl di vino rosso (io ho usato un bonarda)
  • 1 grossa pera decana
  • 1 dado di carne (a sto giro sì, ogni tanto è comodo)
  • un po’ di brodo di carne dovesse non bastare il vino
  • olio evo
  • 1 noce di burro
  • 50 gr di mascarpone
  • 3 cucchiai di grana grattuggiato

Preparazione:

Sbucciate la pera, tagliatela a dadini, mettetela a bagno nel vino.

Tritate lo scalogno e fatelo rosolare con una noce di burro e un filo d’olio. Tostate il riso.

Togliete le pere dal vino e iniziate a versare il vino qualche mestolo alla volta nel riso come fareste col brodo. Unite subito una manciata di cubetti di pera per far si che si sciolgano e si amalgamino e aggiungete anche il dado. Proseguite la cottura mescolando e se, asciugato il vino, il risotto non dovesse sembrarvi cotto, aggiungete qualche ,mestolo di brodo. Quando il brodo si sarà asciugato mantecate col grana e il mascarpone e servite. Potete tenere da parte qualche cubetto di pera crudo per decorare.

Peperoni ripieni di riso :)

E’ tardi… ho sonno… dovrei pulire la cucina dove giacciono le marmitte abbandonate e il classico disastro post torta… ma ho deciso che da quando sono libera dallo studio che mi succhiava l’esistenza – non che il lavoro non sia stancante –  io e il mio blog torneremo a frequentarci assiduamente. E poi tanto vado a dormire, mi sveglio sette volte e domani mi alzo che non so come mi chiamo comunque, quindi tanto vale tirare tardi.

Non ho ancora deciso che ricetta postare… che qua tanto si accumulano da mesi, mentre io le ignoro e passo il we nella nullafacenza più totale… adesso ci penso… una semplice che se no sicuro vi scrivo sbagliati gli ingredienti… ora ci penso eh… (intanto la cucina mi guarda con quell’aria da “beh… e qua che facciamo??”)

Sì dai, peperoni sia.. che è nuova, ce l’ho fresca in mente… e un bel peperone prima di andare a dormire aiuta la digestione 😛

fiocchi di burro .  peperoni ripieni

 

Il motivo per cui li ho cucinati è semplice: shopping compulsivo. Li ho visti, così piccoli e colorati, e non ho potuto fare a meno di comprarli!

Non avevo mai fatto i peperoni ripieni, e forse sono uno sbatti un po’ inutile se uno deve fare un pranzo normale… insomma, mettete del riso dentro ai peperoni per poi tirarlo fuori per mangiarlo 😛  ma sono così caaaaarini che potrebbero essere perfetti come primo o come antipasto quando avete ospiti!!

Ingredienti per 6 peperoni piccoli:

  • i sopracitati 6 peperoni piccoli
  • 150 gr di riso carnaroli
  • 300 gr di pomodori o pomodorini
  • 100 gr di piselli surgelati
  • 100 gr di prosciutto cotto (io avevo una busta da far fuori ma magari a cubetti è meglio)
  • 100 gr di scamorza dolce
  • una manciata di grana grattuggiato
  • olio evo
  • sale e pepe
  • 1 pezzetto di cipolla

Preparazione:

Mettete a bollire l’acqua per il riso (così intanto che preparate le verdure l’acqua starà bollendo e potrete salare e buttare il riso).

Lavate i peperoni e tagliategli la testa!!! proprio come se doveste decapitarli 😛 (vedi foto con peperoni decapitati) e puliteli da tutti i dannati semini che si appiccicano a ogni cosa possibile. Infornateli in una teglia in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti.

Tritata la cipolla, fatela rosolare in una padella con dell’olio, aggiungete i pomodori a cubetti e i piselli, salate, pepate e lasciate cuocere per una decina di minuti.

Scolate il riso un po’ al dente e saltatelo in padella col sugo. Spegnete la fiamma, aggiungete la scamorza e il prosciutto a pezzetti, recuperate i peperoni dal forno, farciteli, una spolverata di grana e… via! Di nuovo nel forno per 20 minuti.

Sono ottimi sia caldi che freddi 🙂

P.s. Silvia ok che non sapevi che ricetta fare ma magari adesso il titolo lo mettiamo… *va a mettere il titolo che se l’era dimenticato…

Insalata di riso e gamberi

fiocchi di burro - insalata di riso e gamberi

 

Questa è la mia nuova ricetta che propongo per la RACCOLTA “cosa mi porti in ufficio??” che ho lanciato qualche giorno fa… colgo l’occasione per ribadire l’invito a parteciparvi!!! QUI trovate il post dedicato!

Io amo mangiare bene e quindi anche se il cibo deve essere veloce e si mangia freddo.. esigo che sia buono. Quanto ai gamberi… cuori cuori cuori. Vivrei di gamberi. Sembra una ricetta elaborata ma ve la cavate in 40 minuti massimo. Promesso.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 350 gr di riso carnaroli
  • 150 gr di piselli (pesati surgelati)
  • 2 carote piccole o 1 grande
  • 2 zucchine piccole o 1 grande
  • un pezzetto di cipolla/cipollotto/erba cipollina/quello che volete (io ho messo un po’ di ciuffi verdi dei cipollotti)
  • 4 pezzi di surimi
  • 300 gr di gamberoni (e direte.. che spreco? no. i gamberetti hanno tutt’altro gusto, restano morbidi che si sciolgono in bocca..io preferisco tagliare i gamberoni che usare i gamberetti!)
  • olio d’oliva (o olio di semi, ma non evo, rovina il gusto asiatico del piatto)
  • sale
  • pepe

Preparazione:

Mettete a bollire l’acqua per il riso e intanto affettate a julienne le verdure, mettetele a saltare in padella con dell’olio, prima cipolla e carote e dopo qualche minuto le zucchine… fate soffriggere tutto a fuoco vivo salando ma senza aggiungere acqua. Quando l’acqua bolle buttate il riso e dopo 5 minuti aggiungete anche i piselli, fate cuocere il riso in totale circa 13 minuti se no prima che si raffreddi vi si scuoce. Nel mentre pulite i gamberi privandoli del carapace e del filetto nero sul dorso e tagliateli in tre pezzi. Togliete la verdura dall’olio e asciugatela con della carta assorbente. Rimettetela in una padella pulita insieme ai gamberi e a un filo d’olio (io l’ho sostituito per avere un piatto più leggero visto che l’altro l’avevo proprio fatto friggere), pepate e fate cuocere non più di due minuti (se no i gamberi diventano duri). Aggiungere il surimi e il riso e saltate. E’ ottimo sia caldo che freddo. Io oggi me lo sono mangiata freddo al lavoro ed ero una bimba felice! ^_^

Fiocchi di burro . cosa mi porti in ufficio?