Feed RSS

Archivi categoria: Uova

BRUNCH!!

Brunch - fiocchi di burro

Alla faccia di quelli a cui la domenica non piace!! 😛 Diciamolo, il brunch è un ottimo motivo per uscire dal letto la domenica mattina… ed è vero che ultimamente iniziano ad andare di moda le colazioni all’inglese e qualche locale apre e le fa, ma vogliamo discuterne? Vestirsi, uscire, guidare, stare in mezzo alla gente, andarsene… Sì, certo, mia madre mi direbbe “tirare in giro tutto quel traffico lì, cucinare, pulire, no no…” che è comunque un valido punto di vista, dipende un po’ dalle abitudini e dai gusti di ognuno. Non che io abbia grandi scelte, tolte le uova c’è poco che io possa mangiare ad un brunch essendo celiaca, ma nulla toglie che preferirei comunque la tranquillità e il divano di casa mia la mattina.

Cosa si mangia ad un brunch? sostanzialmente un po’ quello che volete, tradizionalmente un misto fra colazione inglese e dolci. Io di solito preparo salsiccia, uova, bacon, hobo eggs, fagioli, patate, pomodori fritti, french toast, pancakes o anche crepes e sfrutto il dolce del giorno prima, muffin, brownies, torte, plumcake, quello che volete. Sul bere non mi esprimo, da cocacola-dipendente con tutto questo unto e tutto questo dolce… che ve lo dico a fare 😛 anche se dell’acqua e del succo potrebbero salvarvi la vita! ..oh, potrebbe essere carina anche della frutta!! Io non ho l’abitudine, ma magari delle fragole *__*

Chiaramente non siete tenuti a cucinare tutta questa roba, potete scegliere quello che preferite, togliere la carne se siete vegetariani, usare latte di soia e burro vegetale se avete dei problemi con il lattosio, usare prodotti gluten free se come me siete celiaci (e chiaramente propinarli a tutti che tanto è tutto superbuono lo stesso e qui non si è mai lamentato nessuno!).

Il punto cruciale di tutta questa storia è l’organizzazione. Io preparo quasi tutto al momento, principalmente perché la maggior parte delle cose non sono buone riscaldate, quindi:
1. decidete cosa volete mangiare; se lo decidete il giorno prima potete anche decidere di cucinarvi prima un dolce e/o di preparare e lasciare pronto in frigo l’impasto per pancakes e crepes;
2. studiate l’ordine migliore in cui cucinare tutto cercando di sporcare meno pentole possibile e lasciando per ultime le pietanza tipo hobo eggs o uova ad occhio di bue che sono cose da preparare e servire al volo;
3. il forno è vostro amico, mettetelo su 60° quando iniziate a cucinare e stoccateci il cibo man mano che lo preparate;
4. i piatti neri sono fighi;
5. vi lascio il mio ordine, possa salvare le vostre domeniche!

Io, come dicevo prima, tendo ad avere sempre dei dolci già pronti in casa, ma se siete delle persone meno golose di me potete prepararvi un dolcetto il giorno prima, un plumcake allo yogurt, dei muffin, dei brownies o qualche bella torta!

Quanto a pancakes e crepes potete preparare l’impasto il giorno prima o come prima cosa la mattina e lasciarlo riposare in frigo fino al momento opportuno. Potreste far bollire anche le patate il giorno prima, ma io le preferisco appena fatte.

Veniamo alla mattina, contate che un’ora più o meno vi ci vorrà per preparare tutto (se fate tutto e non l’avete mai fatto anche un’ora e mezza).
Mettete a bollire le patate, fra il tempo che ci impiega l’acqua a bollire e quello delle patate per cuocere ci vorranno circa 35 minuti (10+25).
In una piccola pentola mettete una scatola o due di fagioli cannellini scolati e sciacquati, aggiungete sale e pepe, un filo d’olio, mezzo bicchiere d’acqua e un cucchiaio di concentrato di pomodoro e fare cuocere 5 minuti.
Prendete due pomodori tondi o dei pomodorini, tagliateli a fette o solo a metà nel caso dei pomodorini, e rosolateli in padella con un filo d’olio e un pizzico di sale. Sistemate fagioli e pomodori in due ciotole e riponetele nel forno.
Sbattete un uovo con due cucchiai di latte e un pizzico di sale, tagliate delle fette di pane in cassetta a metà formando dei triangoli e preparate i french toast immergendo le fette di pane nell’uovo e facendole cuocere in padella con una noce di burro, fino a farle dorare. Riponeteli in forno.
A questo punto le patate dovrebbero essere cotte, scolatele e lasciatele raffreddare.
Preparate la salsiccia, io di solito la taglio a pezzetti di 10 cm, la spello e la schiaccio leggermente, ma potete anche cuocerla intera, con un filo d’olio o al naturale. Quando sarà cotta mettetela in forno assieme al resto.
Spelate le patate e fatele saltare in padella con del burro fino ad ottenere una crosticina dorata. Mentre le patate saltano in padella preparate il bacon. Mettete il bacon in una padella antiaderente senza condimenti e lasciate rosolare da entrambi i lati fino a farlo diventare croccante. Spedite in forno anche bacon e patate.
SE dovete cucinare pancakes o crepes preparate il bacon DOPO aver cotto pancakes e crepes, va bene lasciarlo in forno ma non per mezzora! In forno anche pancakes/crepes!
Siamo quasi alla fine: strapazzate delle uova o fatele all’occhio di bue (sì, volendo nella stessa padella dove avete fatto il bacon, io per il bene della vostra digestione lo sconsiglio) e nel mentre preparate gli hobo eggs!
Dimenticavo, sfruttate i tempi morti per apparecchiare la tavola!!!
Finito di cucinare potete impiattare le uova, sfoderare tutto quel cibo buono dal forno, prendere una nutella, della marmellata e dello sciroppo d’acero e mangiare fino a scoppiare!!

Nel testo qui sopra in arancione trovate tutti i link alle ricette, vi lascio le dosi per una persona, da moltiplicare per quanti volete!!

Ingredienti per un essere umano medio pronto ad affrontare 5 ore di digestione, nel caso volesse mangiare 1 porzione di tutto:

– attenzione, potrebbe avanzare del cibo, dipende dai vostri commensali!! –

  • 100 gr di salsiccia
  • 40 gr di pancetta/bacon
  • 2 uova strapazzate o all’occhio di bue
  • 1 hobo egg (1 uovo + 1 fetta di pane in cassetta)
  • 1 patata
  • 1 pomodoro o 4 pomodorini
  • 1oo gr di fagioli già cotti (+ un cucchiaio di concentrato di pomodoro)
  • 3 french toast (3 triangoli di pane in cassetta + 1/2 uovo sbattuto con 2 cucchiai di latte)
  • 2 pancakes/crepes (+ sciroppo d’acero)
  • 1 fetta di dolce
  • olio evo
  • burro
  • sale e pepe
  • nutella e marmellate per french toast, pancakes e crepes
  • acqua, succo, bibite

A occhio sembra che a mangiare tutta questa roba uno finisca in pronto soccorso, io di solito mangio un po’ meno di così, ma ho visto più persone finire tutto senza problemi! Regolatevi voi e… tenetevi il pomeriggio libero!!! (e se non fosse chiaro qualcosa chiedete pure!!)

 

brunch - fiocchi di burro

brunch - fiocchi di burro

brunch - fiocchi di burro

Annunci

Hobo egg!

Hobo egg - fiocchi di burro

Chiamato anche Hobos, Egg in a hole, “quell’uovo dentro alla fetta di pane che è l’unica cosa bella di V per Vendetta” etc etc…

E’ stata una delle scoperte più eclatanti, culinariamente parlando, della mia vita. Ero del tutto ignara dell’esistenza di questo piatto e, per quanto mi scocci ammetterlo, non mi sarebbe mai venuto in mente di cucinare una cosa simile finché non ho visto quel sopravvalutatissimo film che è per l’appunto V per Vendetta. Sorvolando sulla mia opinione sul film, e no, non ho letto il fumetto… quando ho visto quell’uovo non ho potuto smettere di pensarci e cerca, cerca, cerca… alla fine Google (grazie Google ti amo) mi ha dato la risposta di cui avevo bisogno.
Da allora li cucino spesso, li cucino quando sono di corsa, quando sono ammalata e non mi va quasi niente, sempre e per forza quando faccio un brunch, a volte me li cucino per stare leggera come stasera: due ovetti e una bella insalata (se vi state chiedendo l’altro dove sia, la risposta è “burp”).

Direte voi “leggera?? ma è fritto nel burro!!”…sì, sì è vero… però alla fine con 10 gr di burro ve ne fate due. Fritto quanto volete ma con due fettine di pane imburrato, due uova e un’insalata io sono sazia e ben nutrita!!

Ingredienti (per un hobo egg): 

  • 1 fetta di pane in cassetta, io a volte uso anche quello ai cereali (per farlo senza glutine sempre Schar – da cui non sono pagata per fare pubblicità – semplicemente gli ultimi tipi di pane in cassetta sono infinitamente più buoni di quelli delle altre marche)
  • 1 uovo
  • 5 gr di burro
  • 1 pizzico di sale

Preparazione:

Ritagliate un rettangolo dentro alla fetta di pane ottenendo quella che sarà la cornice dell’uovo. Fate sciogliere un pezzettino di burro in un padellino antiaderente e mettete la fetta di pane – rettangolo incluso – a rosolare. Quando la fetta di pane avrà preso colore giratela, togliete il rettangolo e fatelo rosolare al di fuori della cornice.
Versate dentro alla cornice di pane un uovo, stando bene attenti a non rompere il tuorlo, salate leggermente, coprite con un coperchio e fate cuocere un paio di minuti a fuoco basso. Con una forchetta per sollevare il pane e una paletta su cui appoggiare il fragile lato col tuorlo girate molto delicatamente la fetta di pane e fate cuocere ancora un minuto (chiaramente potete aumentare o ridurre i tempi a seconda di quanto cotto vi piace l’uovo). Servite, tagliate e usate il rettangolo di pane per raccogliere il tuorlo! Gnaaaaaaam!

Broccoletti al forno

broccoletti al forno - fiocchi di burro

Io adoro i broccoli, cucino la pasta al sugo coi broccoli, la pasta coi broccoli e la salsiccia, faccio i broccoli saltati in padella, il miglio coi broccoli… ho una dipendenza, non grave quanto quella da pomodoro, ma comunque piuttosto grave.

Questa ricetta è abbastanza semplice, ma mi piace molto. E’ una di quelle cose che si fanno totalmente a caso la prima volta e poi non si smette più di rifare. Si prepara in poco tempo ed è un piatto ottimo sia come contorno che come secondo e potete tranquillamente mangiarlo anche riscaldato.

Ingredienti (per una teglia da 24 cm):

  • 2 broccoli cotti in acqua salata per non più di dieci minuti
  • 2-3 uova (dipende dalla grandezza e dal vostro gusto personale)
  • 1/2 bicchiere scarso di latte o di latte di soia
  • 2 cucchiai di grana grattuggiato
  • 50 gr di scamorza dolce
  • sale e pepe

Preparazione:

Cuocete i broccoli in acqua salata per non più di dieci minuti, meglio se li lasciate interi e li tagliate dopo la cottura, eviterete così che tanti pezzettini si stacchino cuocendo troppo in fretta. Dopo averli tagliati disponeteli in una teglia rivestita di carta da forno.

In una ciotola sbattete le uova col latte, salate e pepate e aggiungete il grana (che è del tutto facoltativo). Versate il composto sopra ai broccoli e terminate con delle fettine, direi quasi scaglie, di scamorza.

Infornate in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti e terminate con 5 minuti di grill.

UOVA, cosa ci faccio con un sacco di uova??

uova

Per una serie di motivi diversi e che poco contano sono sommersa di uova, un sacchissimo di uova.

Ora.. è vero che io ne mangio un sacco e mi piacciono in ogni modo, sono pure una divoratrice di french toast… è vero anche che se volessi fare una grossa torta farcita o dei pasticcini fra pan di spagna e creme ne andrebbero via un bel po’, ma fare una torta farcita senza un motivo valido, una festa e degli invitati e finire col mangiarsela in due o tre comporta una grossa fatica nel tenere a bada il senso di colpa…

E allora mi sono detta “ho un blog! perché non sfruttarlo?!” e quindi chiedo a voi… cosa ci fareste con delle uova?

(ndr. chiaramente la foto non l’ho fatta io in un momento colmo di bucolicità, l’ho presa da internet)

Frittatine verdi con le zucchine

frittatine verdi con le zucchine - fiocchi di burro

Queste frittatine – nel caso non si capisca quello nella foto non è un golem di frittata, sono 4 frittatine messe un po’ una sull’altra – sono molto più verdi e più leggere della classica frittata con le zucchine. Non che io l’abbia fatto volontariamente, sia chiaro 😛 …avevo delle zucchine, volevo fare qualcosa di diverso, ho provato a grattugiarle e sono venute così, ma ho molto apprezzato il risultato!

Ingredienti (per 4 frittatine):

– Vi serve una grattugia coi fori come quelli per fare le carote da mettere nell’insalata!! –

  • 2 zucchine
  • 2/3 uova (a seconda di quanto sono grandi le uova e di quanto sono grandi le zucchine)
  • 4 cucchiai di grana grattugiato
  • una manciata di cubetti di scamorza
  • sale e pepe
  • olio o burro per cuocere
  • 2 cucchiai di farina

Preparazione:

Lavate le zucchine, tagliate via le due estremità e grattugiatele. Strizzate le zucchine a mano e passatele nella carta assorbente.

In una terrina mischiate le zucchine con uno o due cucchiai di farina, quanto basta per separarle ed evitare che restino tutte attaccate in un unico blocco. Aggiungete le uova, il formaggio, il sale e il pepe e mischiate.

Scaldate in padella un filo d’olio o un pezzettino di burro e preparate le frittate una alla volta, io ne ho fatte 4 di circa 15 cm di diametro.

Cuocete a fiamma non troppo alta e girate la frittata, magari aiutandovi con un coperchio o con un piattino, solo quando il lato sotto è ben cotto (come per i pancake), altrimenti potrebbero andarvi zucchine ovunque. 😛

Le zucchine, essendo molto fini, cuociono in fretta senza bisogno di passarle prima in padella aggiungendo altri grassi come nella ricetta classica e le frittatine sono ottime anche il giorno dopo riscaldate!

Buon appetito!

 

Riso con verdure speziate

Riso con verdure speziate - fiocchi di burro

 

Si ok, forse un quarto della mia alimentazione si basa su queste cose dai profumi d’oriente… e che ci posso fare se li trovo molto più buoni di timo e maggiorana? 😛 😛 In questa ricetta c’è anche la rapa, ortaggio che mi hanno dato in ogni salsa al ristorante coreano!

Questo l’ho preparato per cena a una mia amica che sentiva il salutare bisogno di mangiare un sacco di verdura! ^^

Ingredienti (un po’ tutto quello che c’è nel frigo) per 4 persone:

  • 1 peperone rosso piccolo
  • 1 patata
  • 1 rapa piccola
  • 1 pezzetto di crauto
  • 3 foglie di cavolo nero (senza gambo)
  • 3 carote
  • 2 zucchine
  • 1 cucchiaio di sambal olek
  • curry verde, coriandolo, pepe, paprika
  • salsa di soia q.b.
  • olio d’oliva
  • sale
  • 400 gr di pollo a fette
  • 1 uovo a testa
  • 350 gr di riso cinese

Preparazione:

Lavate, pulite e tagliate a cubetti la verdura. Fatela saltare in padella con l’olio utilizzando una padella molto ampia o una wok. Aggiungete la salsa di soia, il sambal olek, le spezie, il sale e mezzo bicchiere d’acqua, coprite e fate cuocere (volendo potete anche sfumare prima col vino). La verdura cuoce nel tempo in cui preparate il riso, quindi… mettete l’acqua a bollire e preparatelo. 😛 Tagliate a cubetti il pollo e aggiungetelo verso la fine, sarà cotto in pochi minuti.

Quando il riso è pronto o quando comunque manca poco a scolarlo preparate delle uova a occhio di bue.

Impiattate servendo in un unico piatto il riso, a fianco una quantità abbondante di verdure e sopra l’uovo. Buon appetito!!

Crunchy cornflake chicken (ma va bene anche il maiale)

crunchy cornflake chicken - fiocchi di burro

Ebbene sì, illuminato dalla luce divina. L’ho visto in un video un anno fa.. non l’ho mai provato in giro… ci ho pensato, ripensato.. e se puzza di fritto? e se si staccano? e se viene male? e se… e se mi viene in mente una cosa a un certo punto mi si fissa e o la faccio o la faccio, sennò impazzisco. E allora l’altro giorno mi sono fatta coraggio, supportata dalla bella giornata e dal poter aprire le finestre in caso di disastro e l’ho fatto! Ed è stato facilissimo, a prova di idiota, velocissimo, fritto pochissimo, buono da morire.. insomma, potrei quasi mangiarlo tutti i giorni!!

Io preferisco il pollo, ma avevo della lonza in freezer e memore del fatto che qua spesso la cotoletta impanata la si fa anche col maiale ho usato entrambe le carni. Preparazione e cottura vi portano via mezzora a voler fare le cose con calma.. e davvero, ma davvero davvero… ne vale la pena.

Potete accompagnarli con della verdura fresca come ho fatto io con insalata e pomodori o con delle verdure cotte, con delle patatine fritte o solo con un sacco di salse!!  e potete anche farli a bastoncini e presentarli come un adorabile fingerfood per un antipasto o un aperitivo!

Ingredienti (per 4 persone):

  • 400/500 gr di carne  (petto di pollo o lonza di maiale)
  • 150 gr di cornflakes (quelli lisci di mais eh, non impanatemi la carne con i chococrispies!) !!!Attenzione ai cornflakes, io do sempre per scontato che tutti gli ingredienti debbano essere certificati senza glutine, ma in questo caso lo specifico perché non vorrei che qualcuno pensasse che tanto sono di mais e uno vale l’altro, quelli del supermercato hanno abbondanza di ingredienti che non si possono mangiare!!!
  • 2 uova
  • 100 gr di farina di mais finissima (io ho usato la Nutrifree ma se non siete celiaci va bene anche una farina classica, però quella di mais è più buona!)
  • misto di spezie a scelta (io ho usato un misto cajun molto profumato e un po’ piccante, comunque il concetto è che se vi piacciono potete mettere pepe, paprika, qualche erba tipo timo e maggiorana..)
  • 1 cucchiaio di panna fresca
  • sale
  • olio d’oliva (non evo perché per friggere è un po’ pesantino, ma almeno è più buono di quello di semi, tanto non dovete friggere a immersione)

Preparazione:

Dovete battere la carne. Se non avete un pestacarne (lo chiama così anche il resto del mondo??) abbiamo un problema… spero abbiate comprato delle fette tagliate fini – se non avete un pestacarne compratelo, vi tornerà utile!

Se le fette sono diventate troppo grandi tagliatele a pezzi, sono molto più comode da cuocere se non hanno le dimensioni di un lenzuolo.

Ora preparate tre piatti fondi: in uno sbattete due uova e salatele, in uno mettete la farina e mischiatela con le spezie, nell’ultimo mettete i cornflakes e schiacciateli per ottenere dei pezzetti più piccoli.

Prendere la carne e passatela prima nell’uovo e poi nella farina. Lasciatela riposare 5/10 minuti, magari anche in frigo, per far si che l’impanatura si stabilizzi. Aggiungete un cucchiaio di panna fresca alle uova (se non volete aprirla apposta penso non succeda niente usando un cucchiaio di latte, uno però! se no viene liquido l’uovo), riprendete la carne, passatela nell’uovo e poi nei cornflakes. Fate pressione coi polpastrelli facendo aderire bene i cornflakes alla carne, devono rivestirla, altrimenti potrebbero saltare via. Lasciate riposare in frigo altri 5/10 minuti.

In una padella ampia scaldate l’olio – 2 o 3 mm di olio, la carne ce la appoggiamo, non la dobbiamo affogare, l’abbiamo battuta apposta – e controllate che sia caldo al punto giusto usando un cornflake come tester, quando lo buttate nell’olio l’olio deve fare le bollicine. Fa le bollicine? prendete la carne e mettetela in padella. Lasciatela cuocere nell’olio che sfrigola finché il lato inferiore non diventa ben dorato e croccante, dovrebbero volerci uno, due minuti al massimo. Girate e lasciate dorare anche dall’altro lato. Scolate su della carta da fritto o su della carta assorbente, impiattate e servite.

Fa un figurone, piace a grandi e bambini, è un fritto sano e leggero perché comunque l’olio frigge per poco tempo e l’impanatura non è delle più unte ed è buonissimo e supercroccante, velogggiuro, ma buono buono buono. Fatelo.

Se siete celiaci soprattutto, fatelo. E mandate al diavolo quelli che vi dicono “ooohh ma come faiii? chissà come mangi male”.

crunchy cornflake chicken - fiocchi di burro

Ah! Se vi avanzano uovo e farina mischiateli e fateli cuocere nell’olio di cottura della carne, vi verrà una sottospecie di cutizza speziata!! E’ superbuona pure quella 😉