Feed RSS

Archivi categoria: Torte

Pumpkin cheesecake

pumpikin cheesecake - fiocchi di burro

 

Ho comprato una zucca, una butternut, due chili di zucca con pochissimi semi, la mia preferita! ^^ Io adooooro la zucca, la metterei dappertutto, mmm.. la metto dappertutto. Sta volta però ero indecisa su quale ricetta provare e tutte prevedevano la purea di zucca, che obiettivamente è un po’ sbatti da fare, che la si faccia al forno o in padella o al vapore comunque bisogna stare attenti che non trattenga troppa acqua, sooooooo… visto che ero a casa in ferie forzate per assenza di auto – grazie signora che non sa guidare e mi ha quasi sfasciato l’auto parcheggiata – ho deciso di fare una grossa purea di due chili e poi cucinare per tutto il giorno fino allo sfinimento, il che significa che a breve verranno altre ricette. 😉

Ho preparato questa, dei biscotti morbidissimi e dei panini dolci ma non troppo che vanno bene per colazione ma, attenzione, anche per gli hamburger (non giudicatemi).

Ingredienti (ho usato una teglia da 26 cm):

Per la base:

  • 220 gr di biscotti tipo Digestive (che nel mondo senza glutine penso non esistano, io ho usato i Cereal bisco Schar)
  • 100 gr di burro
  • 2 cucchiaini di cacao
  • 2 cucchiaini di zucchero

Per la cheesecake:

  • 500 gr di ricotta
  • 50 ml di latte
  • 3 uova
  • 150 gr di zucchero
  • 70 gr di farina (Schar mix C)
  • 250 gr di purea di zucca (un po’ strizzata)
  • 1 pizzico di sale

Preparazione:

***Come preparare la purea di zucca: io l’ho messa in una grossa padella antiaderente tagliata a cubotti, ho aggiunto poca poca acqua (tanto poi la zucca ne rilascia un sacco) e ho coperto tutto con uno di quei magici coperchi col bordino di gomma e lo sfiato per il vapore, ma va bene anche un coperchio normale. Fate cuocere per un quarto d’ora circa, non deve esserci acqua nella pentola e la zucca deve potersi schiacciare con la forchetta, a quel punto schiacciate tutto senza pietà e poi per sicurezza passate la quantità che vi serve nel colino e schiacciate ancora, se gocciola è normale e va bene così, se esce tanta acqua schiacciate taaaantoooo perché qualcosa è andato storto 😛 ***

Frullate o schiacciate, mattarellate, sbriciolate i biscotti. Io ho usato il frullatore perché, per chi di voi non li abbia mai provati, i sopracitati biscotti sono duri come il granito. Aggiungete il burro fuso, mescolate grossolanamente, aggiungete il cacao e lo zucchero e continuate a mescolare fino ad avere una pasta omogenea da stendere sul fondo della teglia.

Io con le cheesecake di solito ritaglio un cerchio di carta da forno un po’ più largo dello spessore della teglia, quanto basta per fare da base alla pasta di biscotto, rende molto più facile spostarla senza distruggerla e se siete abili, una volta riposta fredda sul piatto da portata, potete anche togliere il bordino visibile.

Detto ciò, fate un po’ come vi pare, ma compattate bene la pasta sul fondo della teglia e riponete la teglia in frigo.

Montate le uova con lo zucchero, aggiungete il latte, la farina e il sale e continuate a mescolare, aggiungete la ricotta e infine la zucca. Quando il composto è omogeneo potete riprendere la teglia dal frigo e versarlo sopra la base. La cheesecake cuoce in forno a 160° per circa 40/45 minuti (tenendo conto che io l’ho fatta bassina).

Lasciate assolutamente raffreddare prima di farci qualunque cosa, si rompe come niente quando è calda.

Una volta fredda potete metterla su un piatto da portata e se vi va decorarla, basta sciogliere un po’ ci cioccolato fondente e, visto che non manca molto, potete riciclare questa ricetta per Halloween, vi basterà usare il cioccolato per fare una ragnatela anziché lanciarlo a casaccio come ho fatto io.

Buona merenda a tutti!! ^^

pumpkin cheesecake - fiocchi di burro

 

 

Annunci

Torta con la frutta (contro ogni mio buon principio :P )

torta alla frutta - fiocchi di burro

Chi mi conosce sa che non amo particolarmente la frutta, ma insomma, se la festeggiata vuole la frutta non ci resta che metterci all’opera!

Chiaramente questa torta è stata realizzata con la frutta di stagione disponibile a maggio.. ma insomma, potete farla in qualunque periodo dell’anno con la frutta a disposizione. L’importante è che vi muniate preventivamente di qualche tipo di gelatina con cui coprire la frutta, onde evitare che si ossidi diventando impresentabile nell’arco di qualche ora…

Ingredienti (per una teglia da 24 cm):

Pan di spagna:

  • 340 gr di uova (indicativamente 7, comunque si calcola sempre 100 gr in meno sia per lo zucchero che per la farina, io in questo caso ho ridotto di poco le dosi e ho sottratto 110 gr)
  • 230 gr di farina (Schar mix C)
  • 230 gr di zucchero
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 cucchiaino scarso di lievito
  • 1 pizzico di sale

Crema pasticcera:

  • 500 ml di latte
  • 190 gr di zucchero
  • 4 tuorli
  • 70 gr di farina schar mix C o di maizena
  • 2 bustine di vanillina

Bagna:

  • 1/2 bicchiere d’acqua
  • un sacco di zucchero 😛 io vado a occhio, lo metto finché l’acqua non ne “assorbe” più
  • qualche cucchiaio di grappa

Decorazioni:

  • 200 ml di panna montata (se vi serve una panna a lunga conservazione o semplicemente priva di lattosio io usa la Hoplà che al gusto richiama molto la panna vera 😛 )
  • un po’ meno di 1/3 della crema pasticcera realizzata
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
  • 1/2 bustina di pannafix
  • della gelatina per frutta (io ho usato quella Silkomart)
  • frutta di stagione: io ho utilizzato albicocche, pesche, fragole, ciliegie e kiwi (prendete sempre un po’ di frutta in più, potrebbe capitarvi di tagliarla male e doverne tagliare altra)
  • codetta

Preparazione:

Pesate le uova, tenendo però albumi e tuorli separati, per essere sicuri delle dosi che utilizzate (io ho usato 110 gr in meno di farina e di zucchero rispetto al peso delle uova). Montate gli albumi a lucido con circa un terzo dello zucchero.
Montate lo zucchero rimasto con i tuorli per almeno 5 minuti a velocità media. Aggiungete una parte degli albumi e mescolate dall’alto verso il basso per non smontarli. Aggiungete la farina setacciata con lievito e sale e continuate a mescolare l’impasto a mano sempre per non smontare gli albumi. Incorporate gli albumi rimasti e versate il composto in una teglia imburrata e infarinata.
Cuocete per circa 45 minuti a 180°. Se doveste notare che il pan di spagna inizia a prendere troppo colore durante la cottura potete abbassare la temperatura a 160°/170°. Potete tranquillamente preparare il pan di spagna la sera prima.

Mettete il latte con la vanillina in una pentola a scaldare, nel mentre montate i tuorli con lo zucchero e poi incorporate la maizena o la farina. Aggiungete poco alla volta il latte e ottenuto un composto omogeneo riversate tutto in pentola e fate cuocere girando di tanto in tanto finché la crema non si rassoda. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.

Preparate la bagna scaldando in un piccolo pentolino l’acqua e lo zucchero e aggiungendo la grappa solo a fuoco spento quanto l’acqua sarà calda e lo zucchero sciolto.

Tagliate il pan di spagna in tre dischi (per tagliarlo deve essere freddo, se non lo avete preparato il giorno prima lasciate passare almeno alcune ore).
Posizionate il primo disco sul piatto da portata e con l’aiuto di un pennello da cucina bagnate il pan di spagna. Farcite con parte della crema preparata. Bagnate il secondo disco su entrambi i lati facendo molta attenzione a non romperlo e posizionatelo sopra al primo. Farcite il secondo disco, bagnate il terzo e riponetelo sul secondo. Facendo molta attenzione a non fare un disastro tagliate la superficie dell’ultimo disco disegnando un disco di qualche centimetro più piccolo e poi scavate con l’aiuto di coltello e cucchiaino ottenendo una base di circa 4 mm più bassa del bordo.

Montate 200 gr di panna aggiungendo due cucchiai di zucchero a velo e mezza bustina di pannafix. Con l’aiuto di una spatola ricoprite la torta, tranne la parte centrale in cui metterete la frutta. Mettete un po’ di panna nella sac a poché con un beccuccio a stella e decorate con dei ciuffetti il bordo della torta. Ricoprite la parte laterale della torta con della codetta.

Unite la panna e la crema pasticcera avanzata e andare a riempire l’incavo in cui posizionerete la frutta.

Tagliate la frutta a fettine e decorate la torta facendo i classici disegni concentrici o sbizzarrendovi come preferite. Coprite la frutta con la gelatina e lasciate riposare in frigo fino al momento di servire la torta!

 

 

Torta di mele senza lievito

Torta di mele senza lievito - fiocchi di burro

E già che ci sono, per farmi perdonare la lunga assenza, di ricette ve ne posto due, ecco la seconda! Spero possa essere utile per chi muove i primi passi nell’antipatico mondo delle intolleranze, nello specifico qui si tratta di quella al lievito.

Quando ho iniziato il mio lavoro a Varese, la mia cara collega Viola stava seguendo una dieta cattivissima per via di un sacco di intolleranze alimentari – dieta che per fortuna ora non deve più seguire – così il primo dolce che ho portato al lavoro è stato questo, una torta di mele fatta col cremor tartaro, maleficio a me noto solo di nome, al posto del lievito. Risultato diverso dalla classica torta ma pur sempre soddisfacente. Già che c’ero ho usato poco burro e sostituito un po’ di zucchero col miele per tenere sotto controllo le calorie.

Ingredienti (per una teglia da 24 cm):

  • 250 gr di farina (Schar mix C)
  • 60 gr di burro
  • 3 uova
  • 100 gr di zucchero
  • 50 gr di miele
  • 2 mele fuji
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 bustina da 8 gr di cremor tartaro
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale

Preparazione:

Sbucciate le mele, privatele del torsolo e tagliatele a fettine.

Sbatte i tuorli in una terrina con lo zucchero, il miele e il burro fuso, aggiungete parte della farina setacciata con cremor tartaro, sale e vanillina, incorporate il latte e poi versate l’altra farina. Montate gli albumi e uniteli al composto mescolando dal basso verso l’alto per non smontarli. Unite le mele.

Cuocete in forno a 180° per 30/40 minuti.

Torta farcita, scaglie di cioccolato, panna e fragole – Auguri Madre!!

torta farcita con scaglie di cioccolato panna e fragole

 

Da quando ho scoperto di essere celiaca e quindi di non potermi più mangiare quelle belle torte di pasticceria ho deciso che le torte di pasticceria me le sarei fatte da sole. Non è stata un’impresa facile, le prime avevano sempre qualche difetto – difetti che tendenzialmente noto solo io, gli altri se le mangiano sempre senza troppi problemi – e quelle per il mio compleanno hanno avuto un incidente con la crema poco densa che per sistemarle ho perso anni di vita per il troppo stress. Questa volta ho deciso che doveva andare tutto liscio.

Il vero segreto per un’ottima torta in realtà è la progettazione. Sì ok, uno una torta deve saperla fare, ma non è poi così difficile, basta che sappia cosa sta facendo e per saperlo ci vuole un bel progetto.

Ho deciso che volevo un pan di spagna dannatamente alto, sia per una questione di impatto visivo che per avere una torta con doppia farcitura senza fare degli strati minuscoli. Fatto il pan di spagna (e soprattutto, sopravvissuto il pan di spagna… visto che ho rischiato di distruggerlo appena sfornato perché sono maldestra) ho cercato di visualizzare la torta, non volevo solo panna e scaglie, così mi è venuto in mente che a mia madre piacciono le fragole e che nel mio negozio di fiducia avevano delle fragole profumatissime… e fragole sia!
L’ultimo punto della progettazione è la decorazione laterale, una spina nel fianco. Ogni dannata volta che metto la codetta o delle scagliettine di cioccolato o qualunque altra cosa sulla panna mi imbratto io, si imbratta la decorazione, ci metto 20 minuti, faccio tre giri… aaaaaaaaaah. Volevo una decorazione che non richiedesse l’essere spiaccicata pezzetto per pezzetto dentro la panna. Il web in questi casi è sempre una certezza, googoli, googoli e prima o poi qualche foto interessante salta fuori, fondi qualche idea e il gioco è fatto! In 5 minuti fate le foglie, le fate asciugare e le attaccate alla torta, non vi sporcate e fanno la loro figura. Ciao codetta, ciao.

Ingredienti (per una teglia da 24 cm):

Pan di spagna:

  • 340 gr di uova (indicativamente 7, comunque si calcola sempre 100 gr in meno sia per lo zucchero che per la farina, io in questo caso ho ridotto di poco le dosi e ho sottratto 110 gr)
  • 230 gr di farina (Schar mix C)
  • 230 gr di zucchero
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 cucchiaino scarso di lievito
  • 1 pizzico di sale

Crema pasticcera al cacao:

  • 500 ml di latte
  • 190 gr di zucchero
  • 4 tuorli
  • 90 gr di farina schar mix C o di maizena
  • 2 bustine di vanillina
  • 2 cucchiai di cacao (io vado a gusto, potete metterne sia di meno che di più)
  • 100 ml di panna montata (se vi serve una panna a lunga conservazione o semplicemente priva di lattosio io usa la Hoplà che al gusto richiama molto la panna vera 😛 )

Bagna:

  • 1/2 bicchiere d’acqua
  • un sacco di zucchero 😛 io vado a occhio, lo metto finché l’acqua non ne “assorbe” più
  • qualche cucchiaio di grappa

Decorazioni:

  • 300 ml di panna montata (se vi serve una panna a lunga conservazione o semplicemente priva di lattosio io usa la Hoplà che al gusto richiama molto la panna vera 😛 )
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
  • 1/2 bustina di pannafix
  • 300 gr di cioccolato fondente (vi serve per fare un blocco, non lo userete tutto)
  • 5 fragole
  • l’attrezzo per fare le scaglie di grana che potrebbe avere un nome ma lo ignoro
  • sac à poche e beccuccio a stella

Preparazione:

Prima di tutto preparate il cioccolato almeno la sera prima, deve avere il tempo di risolidificarsi a forma di mattoncino. Sciogliete a bagno maria due terzi del cioccolato, raggiunti i 45° gradi spostate il cioccolato e aggiungete il cioccolato restante, lasciate scendere la temperatura fino a circa 27°, poi riportate a bagno maria fino a raggiungere i 32°. Temperare il cioccolato serve a non farlo sciogliere quando poi lo userete come decorazione a temperatura ambiente, ma non è così fondamentale, se non avete un termometro da cucina potete comunque sciogliere due terzi del cioccolato, togliere dal bagno maria, aggiungere il cioccolato rimasto e riscaldare un attimo, non dovesse essersi temperato, sarà buono ugualmente 😛
Versate il cioccolato fuso in un contenitore rettangolare intorno ai 10×5 cm (una ciotola, un tupperwere) rivestito di carta da forno e fate solidificare in frigo.

Pesate le uova, tenendo però albumi e tuorli separati, per essere sicuri delle dosi che utilizzate (io ho usato 110 gr in meno di farina e di zucchero rispetto al peso delle uova). Montate gli albumi a lucido con circa un terzo dello zucchero.
Montate lo zucchero rimasto con i tuorli per almeno 5 minuti a velocità media. Aggiungete una parte degli albumi e mescolate dall’alto verso il basso per non smontarli. Aggiungete la farina setacciata con lievito e sale e continuate a mescolare l’impasto a mano sempre per non smontare gli albumi. Incorporate gli albumi rimasti e versate il composto in una teglia imburrata e infarinata.
Cuocete per circa 45 minuti a 180°. Se doveste notare che il pan di spagna inizia a prendere troppo colore durante la cottura potete abbassare la temperatura a 160°/170°. Potete tranquillamente preparare il pan di spagna la sera prima.

Mettete il latte con la vanillina in una pentola a scaldare, nel mentre montate i tuorli con lo zucchero e poi incorporate la maizena o la farina. Aggiungete poco alla volta il latte e ottenuto un composto omogeneo riversate tutto in pentola e fate cuocere girando di tanto in tanto finché la crema non si rassoda. Togliete dal fuoco e aggiungete il cacao. Lasciate raffreddare.

Preparate la bagna scaldando in un piccolo pentolino l’acqua e lo zucchero e aggiungendo la grappa solo a fuoco spento quanto l’acqua sarà calda e lo zucchero sciolto.

Tagliate il pan di spagna in tre dischi (per tagliarlo deve essere freddo, se non lo avete preparato il giorno prima lasciate passare almeno alcune ore).
Posizionate il primo disco sul piatto da portata e con l’aiuto di un pennello da cucina bagnate il pan di spagna. Farcite con circa metà della crema preparata. Bagnate il secondo disco su entrambi i lati facendo molta attenzione a non romperlo e posizionatelo sopra al primo.
Montate 100 gr di panna e uniteli alla crema, farcite il secondo disco, bagnate il terzo e riponetelo sul secondo. La base della torta è fatta!!

Tirate fuori dal frigo il cioccolato almeno mezzora prima di iniziare a lavorarlo.

Montate i 300 gr di panna restanti aggiungendo due cucchiai di zucchero a velo e mezza bustina di pannafix. Con l’aiuto di una spatola ricoprite la torta.
Prendete il cioccolato e l’attrezzo per fare le scaglie e iniziate regolando i bordi del vostro blocco di cioccolato, nel mentre la superficie diventerà più liscia e il cioccolato un po’ più morbido. Finito di fare le scaglie rimettetele almeno 10 minuti in frigo a riprendere consistenza, altrimenti rischiate che vi si rompano in mano.
Mettete sulla torta prima le scaglie più piccole usandole come base. Mettete poi la panna rimasta in una sac à poche col beccuccio a stella e fate la decorazione sul bordo della torta (se invertite queste due operazioni rischiate di lasciare delle zone scoperte o di rovinare la panna).
Posizionate con cura tutte le scaglie più grandi e poi le fragole tagliate a metà, appoggiandone una metà ogni due fiocchi di panna (come in foto).

Tagliate qualche cubetto di cioccolato dal vostro blocco e scioglietelo a bagno maria o nel microonde (trattandosi di una piccola quantità va bene anche il microonde, di cui non mi fido per quantità più grosse perché c’è il rischio che il cioccolato bruci).
Con un cucchiaino spalmate il cioccolato fuso sulla carta da forno formando delle foglie irregolari. Lasciate riposare a temperatura ambiente finché il cioccolato non è completamente asciutto. A questo punto con un coltello affilato tagliate la base in modo che sia dritta e staccate le foglie con estrema delicatezza. Vi consiglio di farne qualcuna in più perché c’è un discreto rischio che almeno una o due si rompano.

Pulite il bordo del piatto da portata e posizionate le foglie delicatamente sul lato della torta, basterà una piccola pressione centrale per farle attaccare alla panna.

Fate riposare la torta in frigo prima di servire.

 

 

Plumcake alla yogurt


plumcake yogurt - fiocchidiburro

Mai fatto una cosa con lo yogurt in 27 anni… che grave errore! E’ la mia nuova passione invece! I dolci dall’aspetto così semplice e salutare ma così morbidini *____* li adoro.

Questo plumcake richiama l’idea del plumcake classico mulino bianco, anche se chiaramente è molto più buono perché non ha dentro tutte quelle schifezze 😛 Ho confrontato un sacco di ricette perché erano tutte abbastanza diverse e alla fine mi sono basata principalmente su questa e il risultato mi ha dato un sacco di gioia!

Ingredienti (per un plumcake grande e 4 piccoli):

  • 250 gr di yogurt bianco
  • 250 gr di farina (io ho usato Schar mix c)
  • 125 ml di olio di semi
  • 190 gr di zucchero
  • 4 uova
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale

Preparazione:

Sbattete le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso, poi aggiungete un po’ di yogurt, la farina con lievito e sale e il restante yogurt. Quando il composto sarà ben amalgamato unite l’olio.

Riempite i vostri stampi e infornate a 180° per 40/50 minuti (per i plumcake piccoli 30).

Quando saranno freddi spolverizzateli con dello zucchero a velo e serviteli.

Nel caso del plumcake grande potete tagliarlo a fette e accompagnarlo con della marmellata, come ho fatto io! ^^

plumcake yougurt - fiocchi di burro

 

 

Love bear!

Love bear - fiocchi di burro

Sono tornata! …questo blog giace abbandonato daaaaaa… da quando è uscita l’espansione di Diablo 3 e mi ha rotto il ritmo, penso fosse marzo, però insomma, i fogliettini sparsi per casa stanno diventando troppi e questo blog serve principalmente a me per non perdere le ricette, quindi… è il caso che riprenda vita.

Questa torta è stata realizzata in agosto con l’abile collaborazione di tre mie amiche, in una di quelle giornate dove le uniche cose da fare sono chiacchierare e mangiare, due tra le mie attività preferite!

Chiaramente per farla vi serve lo stampo, a meno che voi non abbiate voglia di intagliare la torta (nel qual caso vi consiglio di fare un disegno, lasciar raffreddare la torta e tagliarla seguendo il profilo del disegno)! 😛

Ingredienti:

  • 150 gr di farina (Schär mix C)
  • 35 gr di cacao amaro in polvere
  • 40 gr di cioccolato fondente
  • 150 gr di zucchero
  • 75 gr di burro
  • 3 uova
  • 200 ml di latte
  • 8 gr di lievito
  • 1 pizzico di sale

Per le decorazioni: 

  • 50 gr di cioccolato bianco
  • 30 gr di cioccolato fondente
  • carta da forno

Preparazione:

Montate lo zucchero con i tuorli, aggiungete il latte e poi, dopo averli setacciati, aggiungete farina, cacao, lievito e sale.

Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato e il burro e uniteli al composto, poi montate a neve gli albumi e unite tutto, stando attenti a mescolare dal basso verso l’alto per non smontare gli albumi.

Versate l’impasto nella forma in silicone (senza imburrare e infarinare) e fate cuocere per 40 minuti in forno  a 180°.

Aspettando che la torta sia pronta fate sciogliere a bagno maria il cioccolato fondente e il cioccolato bianco (separatamente eh!!!). Prendete due fogli di carta da forno e versate su ognuno un cioccolato diverso, coprite con altra carta da forno e lisciate a mano la superficie fino ad ottenere uno spessore di pochi millimetri. Riponete i fogli in frigo e fate attenzione che siano appoggiati su una superficie piana.

Il cioccolato deve risolidificarsi ma non del tutto, deve essere abbastanza solido da poterne ricavare delle forme con un coltello ma non troppo solido da rompersi.

Ritagliate le formine di cioccolato come in foto e riponetele sulla torta tiepida, il calore ammorbidirà il cioccolato facendolo aderire meglio e dandogli un effetto più naturale!

…e buona merenda!!

Un grazie a Lola (anche per i cuoricini sulle foto), Robbé e Aurora (che non ha voluto farsi fotografare) ❤ .

4. Photo of you taken with your hand-made food-

La mia prima cheesecake

fiocchi di burro - cheesecake

 

Non avevo mai fatto una cheesecake… perché? Non ne ho idea. Esattamente come non ne avevo idea la prima volta che ho fatto una crostata.. non lo so, forse l’idea di fare un dolce molliccio col formaggio non mi ispirava, ma una mia amica vivrebbe di cheesecake e alla fine mi sono incuriosita, anche perché tra disinteresse prima e celiachia dopo io una cheesecake credo non l’avessi mai provata! :O

L’ho fatta con la ricotta, mi sono detta “easy, già sto facendo una torta col formaggio… il Philadelphia è troppo da accettare, iniziamo con calma!”. Devo dire che prima di tutto mi è mancata la pazienza di aspettare a versare la salsa al cioccolato e l’ho affossata poverina… e in secondo luogo questa cosa del biscotto sbriciolato la ma dis propri nagot, la prossima volta frolla, ma comunque, critiche a parte, la parte ricottosa e formaggiosa col cioccolato mi è molto piaciuta! ^^

Ingredienti (per una teglia da 18 cm):

  • 500 gr di ricotta
  • 100 gr di panna
  • 125 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 1 bustina di vanillina
  • 150 gr di biscotti (di solito si usano i digestive, ma io ho fatto un misto di avanzi che avevo in giro)
  • 100 gr di burro
  • 1 cucchiaio di miele (facoltativo)

Preparazione:

Tritate, frantumate, frullate i biscotti come vi è più comodo senza riportarli allo stato originario di farina ma quasi 😛 Uniteli al burro ammorbidito e se vi piace aggiungete anche un cucchiaio di miele. Rivestite una teglia con della carta da forno o imburratela e infarinatela e stendete i biscotti sul fondo per formare la base, dopodiché riponete la teglia in frigo.

Sbattete le uova con lo zucchero, amalgamate la ricotta e la vanillina e poi incorporate la panna. Versate il composto nella teglia e infornate a 180° per 40 minuti. Prima di farci qualunque cosa, soprattutto prima di versarci della salsa al cioccolato calda come ho fatto io -.-” , lasciatela riposare in frigo per qualche ora finché non sarà fredda.

Nel mentre potete preparare la salsa (se nel tempo di raffreddamento della torta la salsa dovesse diventare troppo densa basterà rimetterla pochi secondi sul fuoco per farla tornare liquida).

Ingredienti: 

  • 8 cucchiai di zucchero
  • 4 cucchiai di cacao
  • 4 cucchiai di latte
  • 1 pizzico di sale (facoltativo)
  • 3 noci di burro

Preparazione:

Amalgamate il cacao con il latte, unite lo zucchero e fateli cuocere in un pentolino. Col calore lo zucchero diventa liquido e crea una salsa a cui dovete aggiungere la prima noce di burro. Togliete dal fuoco e lasciate riposare aggiungendo le altre due noci di burro.

Quando la vostra cheesecake sarà fredda non dovrete fare altro che versarci sopra la salsa e rimetterla in frigo per un’oretta.

Seguendo lo stesso procedimento potete fare anche delle mini cheesecake monoporzione, adorabili e soprattutto adorate dalle persone a cui le porterete 😉 Io ho rubato un po’ di ingredienti dalla torta e ho fatto 4 miniminimini cheesecake usando i pirottini dei muffin (pirottino di silicone ma rivestito all’interno col pirottino di carta). Chiaramente diminuisce il tempo di cottura, per questi bastano circa 25 minuti.

fiocchi di burro - cheesecake