Feed RSS

Archivi categoria: Piatti asiatici

Riso con verdure speziate

Riso con verdure speziate - fiocchi di burro

 

Si ok, forse un quarto della mia alimentazione si basa su queste cose dai profumi d’oriente… e che ci posso fare se li trovo molto più buoni di timo e maggiorana? 😛 😛 In questa ricetta c’è anche la rapa, ortaggio che mi hanno dato in ogni salsa al ristorante coreano!

Questo l’ho preparato per cena a una mia amica che sentiva il salutare bisogno di mangiare un sacco di verdura! ^^

Ingredienti (un po’ tutto quello che c’è nel frigo) per 4 persone:

  • 1 peperone rosso piccolo
  • 1 patata
  • 1 rapa piccola
  • 1 pezzetto di crauto
  • 3 foglie di cavolo nero (senza gambo)
  • 3 carote
  • 2 zucchine
  • 1 cucchiaio di sambal olek
  • curry verde, coriandolo, pepe, paprika
  • salsa di soia q.b.
  • olio d’oliva
  • sale
  • 400 gr di pollo a fette
  • 1 uovo a testa
  • 350 gr di riso cinese

Preparazione:

Lavate, pulite e tagliate a cubetti la verdura. Fatela saltare in padella con l’olio utilizzando una padella molto ampia o una wok. Aggiungete la salsa di soia, il sambal olek, le spezie, il sale e mezzo bicchiere d’acqua, coprite e fate cuocere (volendo potete anche sfumare prima col vino). La verdura cuoce nel tempo in cui preparate il riso, quindi… mettete l’acqua a bollire e preparatelo. 😛 Tagliate a cubetti il pollo e aggiungetelo verso la fine, sarà cotto in pochi minuti.

Quando il riso è pronto o quando comunque manca poco a scolarlo preparate delle uova a occhio di bue.

Impiattate servendo in un unico piatto il riso, a fianco una quantità abbondante di verdure e sopra l’uovo. Buon appetito!!

Annunci

Riso thai ma non troppo… con funghi, verdure e gamberi

Riso thai funghi e gamberi - fiocchi di burro

Questa è una delle mie solite ricette simil-asiatiche fatte un po’ con quel che si trova nel frigo… anche perché tanto anche quando cerco le ricette asiatiche vere sono sempre un po’ reinterpretate, ispirate… insomma, a meno di sapere le lingue locali o di andarci a vivere per un mese, questo è il massimo che posso fare. 😛

Un appunto sui gamberi, argomento che mi sta molto a cuore: comprateli freschi, decongelati, surgelati.. l’importante è che siano CRUDI. Purtroppo la maggior parte dei gamberi che si trovano in commercio sono stati prima scottati e vi assicuro che la differenza nel sapore è tantissima. Tante persone sono accanite sostenitrici del pesce solo e soltanto fresco, ecco… sarà che io non ho il mare proprio proprio vicino, ma tra un gambero fresco e uno surgelato crudo non c’è molta differenza, tra un gambero crudo e uno scottato c’è la differenza tra un buon piatto e un piatto con del cibo gommoso e insapore. Potete farli cuocere anche solo un minuto, ma se sono duri e gommosini ancora prima di buttarli in padella sappiate che non ci sono speranze che migliorino, quindi CRUDI e da far cuocere per circa DUE MINUTI, se no li fate diventare sassi.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 350 gr di riso thai (va bene anche il basmati o il riso cinese Gallo che a me personalmente piace molto, o se non ve ne frega niente va bene un qualunque riso 😛 )
  • 300 gr di funghi misti (lo ammetto, ho ceduto al misto già pulito del supermercato con champignon, chiodini e altri di cui ignoro il nome :p ma principalmente vi servono degli champignon)
  • 2 carote
  • 2 zucchine
  • 1 pezzo di porro o in alternativa 1 scalogno
  • 6 bastoncini di surimi
  • 400 gr di code di gambero atlantico surgelate
  • misto spezie: curry verde thai, curry classico, coriandolo, pepe, paprika
  • salsa di soia (qualche cucchiaio)
  • olio evo q.b.
  • sale q.b

Preparazione:

Pulite e tagliate la verdura e i funghi. Tanto per cambiare dai soliti cubettini e striscioline ho tagliato la verdura a pezzettoni rettangolari.

Fate soffriggere tutto in padella con dell’olio caldo, aggiungete un mestolo d’acqua, della salsa di soia, le spezie e il sale, coprite e lasciare cuocere.

Nel mentre fare bollire il riso e pulite i gamberi privandoli del guscio e del filetto nero sul dorso. Quando il riso è quasi pronto potete buttare i gamberi in padella con le verdure e farli cuocere per un paio di minuti. A cottura terminata aggiungete anche il surimi, quanto basta perché si scaldi. Siccome il surimi tende a rompersi facilmente io di solito metto i bastoncini interi in padella e li taglio a pezzetti solo quando impiatto.

Se volete fare i fighi potete impiattare il riso aiutandovi con un coppa pasta e poi versandoci un po’ sopra e a lato il condimento, come in foto. 😉

 

 

Insalata di riso e gamberi

fiocchi di burro - insalata di riso e gamberi

 

Questa è la mia nuova ricetta che propongo per la RACCOLTA “cosa mi porti in ufficio??” che ho lanciato qualche giorno fa… colgo l’occasione per ribadire l’invito a parteciparvi!!! QUI trovate il post dedicato!

Io amo mangiare bene e quindi anche se il cibo deve essere veloce e si mangia freddo.. esigo che sia buono. Quanto ai gamberi… cuori cuori cuori. Vivrei di gamberi. Sembra una ricetta elaborata ma ve la cavate in 40 minuti massimo. Promesso.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 350 gr di riso carnaroli
  • 150 gr di piselli (pesati surgelati)
  • 2 carote piccole o 1 grande
  • 2 zucchine piccole o 1 grande
  • un pezzetto di cipolla/cipollotto/erba cipollina/quello che volete (io ho messo un po’ di ciuffi verdi dei cipollotti)
  • 4 pezzi di surimi
  • 300 gr di gamberoni (e direte.. che spreco? no. i gamberetti hanno tutt’altro gusto, restano morbidi che si sciolgono in bocca..io preferisco tagliare i gamberoni che usare i gamberetti!)
  • olio d’oliva (o olio di semi, ma non evo, rovina il gusto asiatico del piatto)
  • sale
  • pepe

Preparazione:

Mettete a bollire l’acqua per il riso e intanto affettate a julienne le verdure, mettetele a saltare in padella con dell’olio, prima cipolla e carote e dopo qualche minuto le zucchine… fate soffriggere tutto a fuoco vivo salando ma senza aggiungere acqua. Quando l’acqua bolle buttate il riso e dopo 5 minuti aggiungete anche i piselli, fate cuocere il riso in totale circa 13 minuti se no prima che si raffreddi vi si scuoce. Nel mentre pulite i gamberi privandoli del carapace e del filetto nero sul dorso e tagliateli in tre pezzi. Togliete la verdura dall’olio e asciugatela con della carta assorbente. Rimettetela in una padella pulita insieme ai gamberi e a un filo d’olio (io l’ho sostituito per avere un piatto più leggero visto che l’altro l’avevo proprio fatto friggere), pepate e fate cuocere non più di due minuti (se no i gamberi diventano duri). Aggiungere il surimi e il riso e saltate. E’ ottimo sia caldo che freddo. Io oggi me lo sono mangiata freddo al lavoro ed ero una bimba felice! ^_^

Fiocchi di burro . cosa mi porti in ufficio?

Riso Thai con pollo e verdure al curry

Fiocchi di burro - riso thai con pollo e verdure al curry

 

Io adoro il cibo asiatico… nel caso non si fosse ancora intuito 😛 E adoro il curry… il merito va a mio fratello, che con costanza nella somministrazione mi ci ha resa dipendente! Ora in casa ho 4 tipi di curry diversi, quello classico da supermercato, quello assassino che pizzica tantissimo, quello un po’ più saporito e salato… e quello verde thailandese, protagonista di questa ricetta.

Se siete veloci questo piatto lo preparate in mezzora, ma vi darà grandi soddisfazioni! ^^

Ingredienti (per 4 persone):

  • 300/350 gr di riso thai jasmine
  • 3 carote
  • 3 zucchine (anche due, dipende dalle dimensioni)
  • 1 porro
  • 300 gr di petto di pollo
  • 30 ml di salsa di soia (io ho usato la salsa di soia Tamari della Lima che è senza glutine, fatte attenzione che molte contengono farina di frumento!)
  • 2 cucchiai di curry verde (potete usare anche il curry normale, non ha gli stessi ingredienti ma è buono comunque)
  • spezie a piacere: io ho aggiunto curcuma, coriandolo, pepe, paprika e un po’ di curry classico
  • olio evo
  • sale

Preparazione:

Mettete a bollire l’acqua per il riso e intanto tagliate a cubetti tutte le verdure. Iniziate col far appassire in padella con dell’olio prima il porro, che ci metterà un po’ di più a cuocere. Dopo circa 5 minuti aggiungete anche carote e zucchine. Aggiungete la salsa di soia e le spezie e lasciate cuocere a fiamma vivace per una decina di minuti. Tagliate a pezzetti, cubetti, striscioline – come preferite – il petto di pollo e aggiungetelo alle verdure facendo cuocere tutto ancora qualche minuto. Aggiustate di sale se necessario, dipende molto da quanto sono salati la vostra salsa di soia e il vostro curry.

Il riso thai io lo faccio cuocere in acqua bollente salata esattamente come il riso normale… la preparazione tradizionale in cui il riso assorbe l’acqua secondo me, con la pentola sbagliata, rischia di finire in tragedia.

Impiattate tenendo separati il riso e le verdure col pollo… il riso col coppapasta potete anche evitarlo, è che io ho comprato un coppapasta mille mesi fa e volevo usarlo 😛

 

Riso alla cantonese

fiocchi di burro -  riso alla cantonese

 

Finalmente sono riuscita a cucinarlo col sapore che stavo cercando…. cercare di riprodurre i sapori di una cultura diversa dalla nostra è sempre un’impresa… anche quando il piatto è semplice. Cambia l’olio, cambia la pentola, cambia il nostro modo di cucinare…. e alla fine chiaramente cambiano i sapori. Sta volta ce l’ho fatta!! 😉

Ingredienti (per 4 persone): 

  • 300/350 gr di riso (io ho usato il carnaroli perché mi andava, ma magari sarebbe più adatto un originario o comunque un riso piccolo)
  • 200 gr di piselli (io usato quelli surgelati)
  • 150 gr di prosciutto cotto a dadini
  • 2 uova
  • sale
  • olio d’oliva (non evo)

Preparazione:

Fate bollire il riso, nel mentre preparate il condimento. Se usate i piselli surgelati lasciateli scaldare un po’ in padella da soli, così da far asciugare l’eventuale acqua di troppo, poi rosolateli nell’olio, salate, coprite la padella e lasciate cuocere per 15/20 minuti. Sbattete le uova con un pizzico di sale e fatele cuocere strapazzate. Quando il riso sarà quasi pronto aggiungete ai piselli il prosciutto a dadini. Scolate il riso, tagliate a pezzetti le uova e fate saltare tutto a fuoco vivo nella padella con piselli e prosciutto per un paio di minuti.

L’olio non evo è il mio compromesso… l’olio extravergine ha un sapore troppo deciso e molto italiano che stona con i piatti della cucina asiatica, ma io non amo molto gli oli di semi.. mi sembra di condire il cibo con l’olio che usiamo per friggere e che normalmente poi si butta… l’olio d’oliva invece non ha un sapore forte come quello extravergine, non copre i sapori, ma non ha nemmeno quella consistenza/sapore strano dell’olio di semi che ancora non mi convince.

E ricordate… perché questo piatto venga bene deve friggere tutto, non nel senso che poi dovete scolare i vostri ingredienti immersi nell’olio, ma nel senso che deve cuocere tutto a fiamma alta e niente acqua per far cuocere meglio i piselli, niente condimento aggiunto al riso, una mescolatina e via… no no… friggere i piselli, friggere il prosciutto, friggere le uova e friggere tutto insieme col riso!!!

 

Nasi Goreng

2013-02-13 13.21.08

Nasi Goreng, mi dice il web, pare in realtà significhi semplicemente “riso fritto” e ogni ricetta che ho letto è diversa dalle altre… le cose che non cambiano sono la qualità di riso, basmati, e il peperone piccante, preferibilmente sotto forma di sambal oelek, una salsa tipica indonesiana. La verità è che io cercavo quel sapore meraviglioso di Nasi Goreng Suzi Wan, che si, è vero, ok, è una busta di aromi e verdure disidratate, è la morte della cucina, ma aveva un sapore fantastico… e io volevo sentirmi un bravo cuoco che sa riprodurre con del cibo vero il sapore di quella robaccia liofilizzata. E’ venuto una figata, ma il sapore non era lo stesso… sicuramente troppo condimento e troppe salse.. ma sono sicura che è sulle spezie che non ci ho preso. Dovrò ricomprare quello in busta e studiarci su…

Comuuuunqueee sia, siccome buono è bbbbuono, io la ricetta ve la posto lo stesso 😉 E’ piaciuto anche a mamma… (nonostante il mezzo vasetto di sambal oelek!! )

Ingredienti (a giudicare dalla marmitta avanzata, direi per 4):

  • 250 gr di riso basmati
  • 1 porro
  • 2 cipollotti
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/2 peperone rosso
  • 1 carota
  • olio d’oliva (ho usato un olio non extravergine perché le ricette asiatiche di solito prevedono vari tipi di oli di semi, che tra allergie e bottiglie lowcost per friggere sono poco invitanti per me, quindi per non usare un olio troppo pesante e saporito ho usato un più delicato olio d’oliva)
  • sale (poco, in base a quanto è salata la salsa di soia e a quanta ne usate)
  • salsa di soia (che dovrebbe essere quella dolce, ma io non l’ho trovata e ci ho messo quella salata, salata come il demonio)
  • sambal oelek
  • spezie: curry e paprika sono le due fondamentali (almeno un cucchiaino di entrambe), poi cumino, coriandolo, curcuma e pepe verde e curry verde thailandese
  • 300 gr di pollo
  • 250 gr di gamberi
  • 2 uova

Preparazione:

Fate bollire il riso in acqua salata per circa 10 minuti, scolate e lasciate raffreddare.

In una padella con dell’olio fate rosolare aglio e cipollotti (compresa tutta la parte verde) tritati, poi aggiungete il porro, il peperone e la carota tagliati a cubetti e fate saltare per 5 minuti, aggiungete il pollo a cubetti e fate cuocere per altri 5. Aggiungete la salsa di soia e la salsa sambal oelek poco alla volta per essere sicuri di non fare un piatto né troppo salato né troppo piccante e se serve aggiustate di sale, aggiungete le spezie, poi i gamberi privati del filo nero e del guscio e fateli cuocere circa un minuto. A parte preparate due uova, o strapazzate o come omelette (che poi taglierete a striscioline).

A questo punto potete far saltare il riso nel condimento per un paio di minuti e aggiungerci le uova. Pare si serva con contorno di sedano e pomodoro… o con cetrioli e pomodoro… pare anche che in Indonesia sia il piatto tradizionale che si serve a colazione sfruttando gli avanzi della sera prima. Insomma, direi che urge una vacanza in Indonesia! ^^