Feed RSS

Archivi categoria: Patate

BRUNCH!!

Brunch - fiocchi di burro

Alla faccia di quelli a cui la domenica non piace!! 😛 Diciamolo, il brunch è un ottimo motivo per uscire dal letto la domenica mattina… ed è vero che ultimamente iniziano ad andare di moda le colazioni all’inglese e qualche locale apre e le fa, ma vogliamo discuterne? Vestirsi, uscire, guidare, stare in mezzo alla gente, andarsene… Sì, certo, mia madre mi direbbe “tirare in giro tutto quel traffico lì, cucinare, pulire, no no…” che è comunque un valido punto di vista, dipende un po’ dalle abitudini e dai gusti di ognuno. Non che io abbia grandi scelte, tolte le uova c’è poco che io possa mangiare ad un brunch essendo celiaca, ma nulla toglie che preferirei comunque la tranquillità e il divano di casa mia la mattina.

Cosa si mangia ad un brunch? sostanzialmente un po’ quello che volete, tradizionalmente un misto fra colazione inglese e dolci. Io di solito preparo salsiccia, uova, bacon, hobo eggs, fagioli, patate, pomodori fritti, french toast, pancakes o anche crepes e sfrutto il dolce del giorno prima, muffin, brownies, torte, plumcake, quello che volete. Sul bere non mi esprimo, da cocacola-dipendente con tutto questo unto e tutto questo dolce… che ve lo dico a fare 😛 anche se dell’acqua e del succo potrebbero salvarvi la vita! ..oh, potrebbe essere carina anche della frutta!! Io non ho l’abitudine, ma magari delle fragole *__*

Chiaramente non siete tenuti a cucinare tutta questa roba, potete scegliere quello che preferite, togliere la carne se siete vegetariani, usare latte di soia e burro vegetale se avete dei problemi con il lattosio, usare prodotti gluten free se come me siete celiaci (e chiaramente propinarli a tutti che tanto è tutto superbuono lo stesso e qui non si è mai lamentato nessuno!).

Il punto cruciale di tutta questa storia è l’organizzazione. Io preparo quasi tutto al momento, principalmente perché la maggior parte delle cose non sono buone riscaldate, quindi:
1. decidete cosa volete mangiare; se lo decidete il giorno prima potete anche decidere di cucinarvi prima un dolce e/o di preparare e lasciare pronto in frigo l’impasto per pancakes e crepes;
2. studiate l’ordine migliore in cui cucinare tutto cercando di sporcare meno pentole possibile e lasciando per ultime le pietanza tipo hobo eggs o uova ad occhio di bue che sono cose da preparare e servire al volo;
3. il forno è vostro amico, mettetelo su 60° quando iniziate a cucinare e stoccateci il cibo man mano che lo preparate;
4. i piatti neri sono fighi;
5. vi lascio il mio ordine, possa salvare le vostre domeniche!

Io, come dicevo prima, tendo ad avere sempre dei dolci già pronti in casa, ma se siete delle persone meno golose di me potete prepararvi un dolcetto il giorno prima, un plumcake allo yogurt, dei muffin, dei brownies o qualche bella torta!

Quanto a pancakes e crepes potete preparare l’impasto il giorno prima o come prima cosa la mattina e lasciarlo riposare in frigo fino al momento opportuno. Potreste far bollire anche le patate il giorno prima, ma io le preferisco appena fatte.

Veniamo alla mattina, contate che un’ora più o meno vi ci vorrà per preparare tutto (se fate tutto e non l’avete mai fatto anche un’ora e mezza).
Mettete a bollire le patate, fra il tempo che ci impiega l’acqua a bollire e quello delle patate per cuocere ci vorranno circa 35 minuti (10+25).
In una piccola pentola mettete una scatola o due di fagioli cannellini scolati e sciacquati, aggiungete sale e pepe, un filo d’olio, mezzo bicchiere d’acqua e un cucchiaio di concentrato di pomodoro e fare cuocere 5 minuti.
Prendete due pomodori tondi o dei pomodorini, tagliateli a fette o solo a metà nel caso dei pomodorini, e rosolateli in padella con un filo d’olio e un pizzico di sale. Sistemate fagioli e pomodori in due ciotole e riponetele nel forno.
Sbattete un uovo con due cucchiai di latte e un pizzico di sale, tagliate delle fette di pane in cassetta a metà formando dei triangoli e preparate i french toast immergendo le fette di pane nell’uovo e facendole cuocere in padella con una noce di burro, fino a farle dorare. Riponeteli in forno.
A questo punto le patate dovrebbero essere cotte, scolatele e lasciatele raffreddare.
Preparate la salsiccia, io di solito la taglio a pezzetti di 10 cm, la spello e la schiaccio leggermente, ma potete anche cuocerla intera, con un filo d’olio o al naturale. Quando sarà cotta mettetela in forno assieme al resto.
Spelate le patate e fatele saltare in padella con del burro fino ad ottenere una crosticina dorata. Mentre le patate saltano in padella preparate il bacon. Mettete il bacon in una padella antiaderente senza condimenti e lasciate rosolare da entrambi i lati fino a farlo diventare croccante. Spedite in forno anche bacon e patate.
SE dovete cucinare pancakes o crepes preparate il bacon DOPO aver cotto pancakes e crepes, va bene lasciarlo in forno ma non per mezzora! In forno anche pancakes/crepes!
Siamo quasi alla fine: strapazzate delle uova o fatele all’occhio di bue (sì, volendo nella stessa padella dove avete fatto il bacon, io per il bene della vostra digestione lo sconsiglio) e nel mentre preparate gli hobo eggs!
Dimenticavo, sfruttate i tempi morti per apparecchiare la tavola!!!
Finito di cucinare potete impiattare le uova, sfoderare tutto quel cibo buono dal forno, prendere una nutella, della marmellata e dello sciroppo d’acero e mangiare fino a scoppiare!!

Nel testo qui sopra in arancione trovate tutti i link alle ricette, vi lascio le dosi per una persona, da moltiplicare per quanti volete!!

Ingredienti per un essere umano medio pronto ad affrontare 5 ore di digestione, nel caso volesse mangiare 1 porzione di tutto:

– attenzione, potrebbe avanzare del cibo, dipende dai vostri commensali!! –

  • 100 gr di salsiccia
  • 40 gr di pancetta/bacon
  • 2 uova strapazzate o all’occhio di bue
  • 1 hobo egg (1 uovo + 1 fetta di pane in cassetta)
  • 1 patata
  • 1 pomodoro o 4 pomodorini
  • 1oo gr di fagioli già cotti (+ un cucchiaio di concentrato di pomodoro)
  • 3 french toast (3 triangoli di pane in cassetta + 1/2 uovo sbattuto con 2 cucchiai di latte)
  • 2 pancakes/crepes (+ sciroppo d’acero)
  • 1 fetta di dolce
  • olio evo
  • burro
  • sale e pepe
  • nutella e marmellate per french toast, pancakes e crepes
  • acqua, succo, bibite

A occhio sembra che a mangiare tutta questa roba uno finisca in pronto soccorso, io di solito mangio un po’ meno di così, ma ho visto più persone finire tutto senza problemi! Regolatevi voi e… tenetevi il pomeriggio libero!!! (e se non fosse chiaro qualcosa chiedete pure!!)

 

brunch - fiocchi di burro

brunch - fiocchi di burro

brunch - fiocchi di burro

Annunci

BBQ ribs e patate al cartoccio!

-fiocchi di burro - bbq ribs

Ho lasciato indietro troppe ricette e trascurato troppo questo blog. BASTA! Questa ve la posto mentre la digerisco…

Oddio, per postarvela mentre la digerisco credo sarei in tempo anche domani o dopo :O

Cooomunque, non è che si può sempre andare al Roadhouse, finisce che prendi le ribs, patate al cartoccio, nachos, patate fritte, due alette di pollo, ma si dai il dolce… e poi muori. Io mi sono strafogata ma almeno ho mangiato solo carne e patate.

Il procedimento richiede circa 3 ore e mezza, ma siccome fa quasi tutto il forno l’unica fatica richiesta è di metterci la presenza fisica…  e anche la prestanza fisica, ma quella dopo, tipo ora. Aiuto. Non digerirò mai. Ho mangiato troppissimo.

Ingredienti (per due persone): 

  • 1 kg di ribs
  • 4 patate di taglia media
  • misto per il massaggio a secco (io ho usato sale, zucchero di canna, paprika, peperoncino, pepe, cumino, coriandolo)
  • salsa barbeque q.b. (direi mezza bottiglietta)
  • burro
  • curry (facoltativo)

Preparazione: 

Preparate il misto di aromi e mettetelo sulla carne massaggiandola, se avete tempo sarebbe meglio impellicolarla e lasciarla riposare qualche ora, io siccome già ci vuole tanto così non lo faccio mai 😛

Prendete le patate, foratele con una forchetta o con un coltello e avvolgetele nella carta stagnola, dopodiché riponetele sul fondo del forno. Cuoceranno con la carne, date giusto una girata di tanto in tanto per non farle cuocere troppo da un lato e poco dall’altro.

Mettete le ribs in una teglia e lasciate la parte con l’osso rivolta verso il basso. Senza aggiungere grassi, cuocete la carne in forno a 120° per circa un’ora e mezza senza coprirla. Girate le ribs dall’altro lato e cuocete ancora mezzora. Rigirate dal lato giusto, coprite la teglia e fatele cuocere coperte per ancora un’ora. Ora potete irrorare la carne con la salsa bbq e poi ripassarla in forno per gli ultimi 15 minuti.

A questo punto prendete le patate, apritele nel senso della lunghezza e con l’aiuto di un coltello mischiate la polpa della patata con una noce di burro e un pizzico di sale (e se volete del curry). La consistenza della patata, simile a quella del puré, vi renderà facile l’operazione.

Impiattate e servite con una fila di ribs!! Buona mangiata!! 😉

Salmone al forno, radicchio e patate.

Fiocchi di burro - salmone con patate e radicchio

 

Ricetta rubata dal blog di Lady Catelyn Stark, un post geniale sia per la ricetta, sia perché sono morta dal ridere…

Ho modificato un paio di cose… giusto per necessità:

  • ho sostituito la glassa di balsamico con salsa di soia e due cucchiaini di miele per mancanza di glassa, lo ammetto… non so nemmeno che sapore possa avere (io e l’aceto balsamico non ci piacciamo molto)
  • ho cotto il salmone nel forno, 20 minuti a 180°, girandolo a metà cottura, con un pizzico di olio, sale, pepe e erba cipollina… non ho mai cotto del salmone alla piastra e considerando che ho quasi disintegrato una fetta su 4 mentre li scongelavo, avevo come la sensazione che in padella li avrei ridotti in briciole 😛

Quanto alle patate… io le ho infornate nella stessa teglia del salmone dividendoli usando un foglio di carta da forno per il salmone e uno per le patate, così se il salmone produce indesiderata brodaglia non finisce sulle patate.

Se li infornate assieme sconsiglio di usare più di due patate perché, dato il poco spazio, si appiccicano e tagliarle fini non sarà servito a nulla!

Preparazione: prendete due patate, lavatele, sbucciatele e tagliatele a fettine mooolto fini, meno di 2 mm, conditele con olio, sale, pepe ed erba cipollina e fatele cuocere in forno a 180° gradi per 20/25 minuti, dandogli un paio di girate durante la cottura.

Comunque… il punto principale di questa faccenda è che il radicchio col salmone è stato una scoperta meravigliosa! …tanto che pure madre, notoriamente dotata di scarsissimo entusiasmo, ha molto gustato il piatto. Thank you, your Grace!

Torta di Patate Dolci

“Oh, avanzano delle patate!” …c’è sempre una scusa valida per fare una torta e ingrassare. SEMPRE. ^^

In realtà questa torta non prevedeva nemmeno il cioccolato… ma c’è SEMPRE una scusa valida anche per quello…. obiettivamente, è molto più carina con le sue goccine di cioccolato!!

Ingredienti:

  • 200 gr di patate dolci sbucciate, bollite e passate.
  • 250 gr di farina (Schär mix C)
  • 100 gr di burro
  • 70 gr di zucchero
  • 3 uova
  • 8 gr di lievito (Colombo)
  • una manciata di gocce di cioccolato
  • 1 pizzico di sale

Preparazione:

Fate bollire le patate sbucciate (e private anche dello strato subito sotto la buccia che rimane filaccioso) a cubotti in acqua leggermente salata e poi passatele.

Unitele al burro ammorbidito, aggiungete i tuorli e lo zucchero e mescolate. Aggiungete la farina setacciata con sale e lievito e poi le gocce di cioccolato.

Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale e aggiungete al composto, mescolando dal basso verso l’alto stando attenti a non smontarli.

Infornate a 180° per 45 minuti! Sarà leggermente biscottata fuori e morbida dentro. ^_^

Pasticcio di Patate Dolci

Sì, la foto non è delle migliori… però il pasticcio sì!

Ho comprato delle patate dolci americane al supermercato assolutamente a caso e inconsapevole di come si potessero mangiare, ma per fortuna ultimamente sono di moda e quindi ho trovato un sacco di spunti su internet… il problema è che ne ho comprati due chili!! …e quindi ci ho fatto sia questo che una torta!

Ingredienti:

  • 1 kg di patate dolci
  • 50 gr di burro
  • 100 gr di parmigiano
  • 3 cucchiai di latte
  • 2 uova
  • 100 gr di formaggio (tipo asiago, o uno qualsiasi a vostro piacere)
  • 100 gr di prosciutto cotto (io preferisco fare a listarelle le fette piuttosto che usare i cubetti, per non spezzare la morbidezza del pasticcio)
  • olio
  • sale
  • pepe

Preparazione:

Pelate le patate dolci, togliendo anche la parte subito sotto la buccia che rimane filacciosa. Fatele bollire per 30 minuti tagliate a cubotti.

Scolate, passate col passaverdura o con lo schiacciapatate, aggiungete le uova, 2/3 del parmigiano, il burro fatto ammorbidire, il prosciutto e un goccio di latte se il composto vi sembra troppo solido. Condite con olio, sale e pepe.

In una teglia foderata di carta da forno (io ho usato quella per le torte) mettete metà del composto, poi il formaggio tagliato a cubetti e poi l’altra metà del composto, spolverizzate col parmigiano rimasto e infornate a 180° per almeno 40 minuti, finché la superficie non prende colore.

Affettate e mangiate! E’ ottima sia da sola che di contorno 😉

Salsiccia e Patate

Tanto buono quanto facile da fare… anche se richiede un paio d’ore di anticipo sulla cena!

Ingredienti (per 2 persone):

  • 300 gr di luganiga (non importa che secondo voi si dica luganega, quella e stride tantissimo col mio dialetto)
  • 5 patate
  • olio evo
  • sale
  • pepe nero e pepe verde
  • timo e maggiorana
  • peperoncino

Preparazione:

Pelate le patate, tagliatele a cubotti e lasciatele mezzora in acqua salata (fidatevi, cuociono molto meglio).

Passata la mezzora scolatele bene e conditele con olio, sale, erbe e spezie. Consiglio di girarle a mano, si condiranno molto meglio che girandole col cucchiaio.

Fate due girelle con la salsiccia e fermatele con degli stuzzicadenti, così staranno al loro posto e saranno anche più divertenti da impiattare.

Ricoprite una teglia di carta da forno, versate le patate e appoggiateci sopra le salsicce, infornate a 180° per un’ora. A metà cottura girate le patate, togliete l’eventuale brodo (che più che altro è grasso) che si sarà formato, evitando così di avere delle patate lesse, e in un piatto a parte bucate le salsicce, lasciate uscire il grasso e poi rimettete tutto in forno con le salsicce girate dall’altro lato.

Le patate non sempre hanno lo stesso tempo di cottura, se dopo un’ora dovessero essere ancora un po’ crude potete continuare la cottura per ancora 10/15 minuti.

Va da sé che se volete un piatto molto più unto ma molto più saporito potete benissimo scordavi quei discorsi sul grasso da togliere e far cuocere tutto così com’è. 😉

Sfornate e impiattate togliendo ovviamente gli stuzzicadenti.

Buon appetito!!