Feed RSS

Archivi categoria: Dolci e dolcetti

Biscotti morbidi con la zucca

biscotti morbidi con zucca - fiocchi di burro

Come dicevo nel mio articolo precedente… ZUCCA! Zucca per tutti i gusti… Questi biscotti sono stati un po’ un esperimento, ho guardato ricette qua e là, nessuna mi convinceva, ho fatto di testa mia ma era troppo liquido l’impasto… uff! Alla fine ho aggiunto un po’ di zucchero e farina ed eccoli, morbidi come i savoiardi più morbidi, ma dolci come la zucca! …e con un po’ di cioccolato che non guasta mai.

Ingredienti (per 50/60 biscotti):

  • 450 gr di farina (Schar mix C)
  • 200 gr di purea di zucca
  • 200 gr di zucchero
  • 2 uova piccole
  • 1/2 bustina di lievito
  • 100 gr di burro
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • gocce di cioccolato q.b.
  • 1 confezione di zucchero a velo

Preparazione:

***Come preparare la purea di zucca: io l’ho messa in una grossa padella antiaderente tagliata a cubotti, ho aggiunto poca poca acqua (tanto poi la zucca ne rilascia un sacco) e ho coperto tutto con uno di quei magici coperchi col bordino di gomma e lo sfiato per il vapore, ma va bene anche un coperchio normale. Fate cuocere per un quarto d’ora circa, non deve esserci acqua nella pentola e la zucca deve potersi schiacciare con la forchetta, a quel punto schiacciate tutto senza pietà e poi per sicurezza passate la quantità che vi serve nel colino e schiacciate ancora, se gocciola è normale e va bene così, se esce tanta acqua schiacciate taaaantoooo perché qualcosa è andato storto 😛***

Montate il burro ammorbidito con lo zucchero fino ad ottenere un composto cremoso. Unite le uova e continuate a montare. Aggiungete la zucca e poi la farina setacciata con lievito, sale e vanillina e continuate a mischiare fino ad ottenere un impasto omogeneo.

A questo punto potete aggiungervi tutte le gocce di cioccolato che volete, io vado sempre a occhio, sta volta ho preferito non metterne troppe per non coprire il sapore della zucca.

Preparate una terrina con lo zucchero a velo. L’impasto, anche raffreddato in frigo, resterà troppo morbido per essere lavorato a mano, vi consiglio quindi di tuffare dei cucchiaini di impasto nello zucchero a velo e farne delle palline solo quando saranno ricoperti dallo zucchero. Cercare di fare delle palline prima e passarle nello zucchero dopo potrebbe finire in tragedia. 😛

Infornate sulla placca rivestita di carta da forno una ventina di palline per volta e cuocete a 180° per circa 15 minuti (controllate la prima infornata, su così poco tempo la differenza da un forno all’altro conta abbastanza).

Lasciateli raffreddare o quantomeno intiepidire prima di muoverli dalla placca perché ovviamente tanto saranno morbidi, tanto saranno delicati, soprattutto caldi.

Piaceranno a tutti, ve lo garantisco!! …e finiranno in fretta!!

Pumpkin cheesecake

pumpikin cheesecake - fiocchi di burro

 

Ho comprato una zucca, una butternut, due chili di zucca con pochissimi semi, la mia preferita! ^^ Io adooooro la zucca, la metterei dappertutto, mmm.. la metto dappertutto. Sta volta però ero indecisa su quale ricetta provare e tutte prevedevano la purea di zucca, che obiettivamente è un po’ sbatti da fare, che la si faccia al forno o in padella o al vapore comunque bisogna stare attenti che non trattenga troppa acqua, sooooooo… visto che ero a casa in ferie forzate per assenza di auto – grazie signora che non sa guidare e mi ha quasi sfasciato l’auto parcheggiata – ho deciso di fare una grossa purea di due chili e poi cucinare per tutto il giorno fino allo sfinimento, il che significa che a breve verranno altre ricette. 😉

Ho preparato questa, dei biscotti morbidissimi e dei panini dolci ma non troppo che vanno bene per colazione ma, attenzione, anche per gli hamburger (non giudicatemi).

Ingredienti (ho usato una teglia da 26 cm):

Per la base:

  • 220 gr di biscotti tipo Digestive (che nel mondo senza glutine penso non esistano, io ho usato i Cereal bisco Schar)
  • 100 gr di burro
  • 2 cucchiaini di cacao
  • 2 cucchiaini di zucchero

Per la cheesecake:

  • 500 gr di ricotta
  • 50 ml di latte
  • 3 uova
  • 150 gr di zucchero
  • 70 gr di farina (Schar mix C)
  • 250 gr di purea di zucca (un po’ strizzata)
  • 1 pizzico di sale

Preparazione:

***Come preparare la purea di zucca: io l’ho messa in una grossa padella antiaderente tagliata a cubotti, ho aggiunto poca poca acqua (tanto poi la zucca ne rilascia un sacco) e ho coperto tutto con uno di quei magici coperchi col bordino di gomma e lo sfiato per il vapore, ma va bene anche un coperchio normale. Fate cuocere per un quarto d’ora circa, non deve esserci acqua nella pentola e la zucca deve potersi schiacciare con la forchetta, a quel punto schiacciate tutto senza pietà e poi per sicurezza passate la quantità che vi serve nel colino e schiacciate ancora, se gocciola è normale e va bene così, se esce tanta acqua schiacciate taaaantoooo perché qualcosa è andato storto 😛 ***

Frullate o schiacciate, mattarellate, sbriciolate i biscotti. Io ho usato il frullatore perché, per chi di voi non li abbia mai provati, i sopracitati biscotti sono duri come il granito. Aggiungete il burro fuso, mescolate grossolanamente, aggiungete il cacao e lo zucchero e continuate a mescolare fino ad avere una pasta omogenea da stendere sul fondo della teglia.

Io con le cheesecake di solito ritaglio un cerchio di carta da forno un po’ più largo dello spessore della teglia, quanto basta per fare da base alla pasta di biscotto, rende molto più facile spostarla senza distruggerla e se siete abili, una volta riposta fredda sul piatto da portata, potete anche togliere il bordino visibile.

Detto ciò, fate un po’ come vi pare, ma compattate bene la pasta sul fondo della teglia e riponete la teglia in frigo.

Montate le uova con lo zucchero, aggiungete il latte, la farina e il sale e continuate a mescolare, aggiungete la ricotta e infine la zucca. Quando il composto è omogeneo potete riprendere la teglia dal frigo e versarlo sopra la base. La cheesecake cuoce in forno a 160° per circa 40/45 minuti (tenendo conto che io l’ho fatta bassina).

Lasciate assolutamente raffreddare prima di farci qualunque cosa, si rompe come niente quando è calda.

Una volta fredda potete metterla su un piatto da portata e se vi va decorarla, basta sciogliere un po’ ci cioccolato fondente e, visto che non manca molto, potete riciclare questa ricetta per Halloween, vi basterà usare il cioccolato per fare una ragnatela anziché lanciarlo a casaccio come ho fatto io.

Buona merenda a tutti!! ^^

pumpkin cheesecake - fiocchi di burro

 

 

Brownies

Brownies  - fiocchi di burro

Va beh, visto che è sensibilmente ottobre inoltrato, ormai l’estate è un ricordo e non dovrò più uscire 5 giorni a settimana per sentirmi ancora giovane perché è estate… e visto che ormai finito il we, andati i parenti, pulito la casa non mi rimane che riposare per il rientro al lavoro domani almeno un po’ riposata, direi che posso ricominciare a scrivere sul mio tanto caro quanto deserto e abbandonato blog.
La costanza non è proprio il mio forte. Lo so, non si fa così. Un blog per avere un seguito sincero non può andare in vacanza 5 mesi l’anno. E’ vero, però oh.. life happens, a volte passa la voglia, manca il tempo, finisce così. 😛

Riparto con una ricetta easy ma delle mie preferite, con questa roba ci corrompete chiunque, di qualunque età.

Buon autunno a tutti (…e io che volevo andare al lago -.- )

Ingredienti (per una teglia 30×40):

  • 150 gr di farina (Schar mix C)
  • 270 gr di burro
  • 300 gr di cioccolato fondente
  • 300 gr di zucchero
  • 30 gr di cacao
  • 3 uova
  • 10 gr di lievito
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • 60 gr di noci/nocciole (facoltativo)

Preparazione:

Fate sciogliere burro e cioccolato a bagno maria. Montate le uova con lo zucchero, unite farina, cacao, lievito, vanillina e sale e poi aggiungete cioccolato e burro fusi. Unite l’eventuale frutta secca e infornate in una teglia rettangolare rivestita di carta da forno per 30 minuti a 180°.

Lasciate raffreddare prima di tagliare a cubetti, quando sono caldi tendono a sbriciolarsi un po’.

….e non mangiatene troppi che non volete sapere quante calorie hanno!!

brownies - fiocchi di burro

Muffin allo yogurt e frutta secca

Muffin frutta secca - fiocchi di burro

Sì si, lo so… sono sparita per due mesi!! Ahimè, la costanza non è il mio forte. Ho trovato lavoro, non per tutta la vita eh, giusto per qualche mese… non sia mai, e mi sono per via fra lunghi viaggi in auto, lavoro, serie tv, vita sociale… non ero più abituata al poco tempo a disposizione e come sempre quello che ne paga le conseguenze è il mio povero blog, e come sempre ricomincio quando mi ritrovo a casa malata… Prometto che ora mi applicherò di più, anche perché la quantità di foglietti svolazzanti con le ricette e la quantità di foto con nome “afoasifhapi” accumulatisi fra scrivania e pc è imbarazzante e urge porvi rimedio!!

La ricetta che vi propongo è stata assolutamente improvvisata al momento con quello che avevo in casa ma devo dirmi piuttosto soddisfatta del risultato. Anche quelli che se li sono mangiati erano soddisfatti, ma loro – come dice mia mamma – mangerebbero anche i sassi. 😛

Ingredienti (per circa 36 muffin):

  • 550 gr di farina (mix C Schar)
  • 6 uova
  • 200 gr di zucchero
  • 100 gr di miele
  • 2 vasetti di yogurt bianco o alla vaniglia
  • 270 gr di burro
  • 1 bustina di lievito
  • 1 bustina di vanillina
  • 3 cucchiai di olio di semi
  • 1 pizzico di sale
  • uvetta (più poco latte), noci tritate e gocce di cioccolato q.b.

Preparazione:

Tritate le noci fino a ridurle in piccoli pezzettini, mettete le uvette a bagno con qualche cucchiaio di latte.

Ammorbidite il burro e montatelo con lo zucchero e il miele, poi aggiungete le uova e continuate a montare. Aggiungete la farina setacciata con lievito, sale e vanillina e mescolate alternando con lo yogurt (se l’impasto vi sembra troppo asciutto potete aggiungere qualche cucchiaio di latte). Unite l’olio di semi, la frutta secca e le gocce di cioccolato.

Con un cucchiaio, una sac à poche o – è super comodo ve lo garantisco – con quell’arnese per fare le palline di gelato mettete l’impasto nei pirottini. Infornate a 180° per 25 minuti. Per manterli più umidi dentro lasciateli raffreddare in un panno o copriteli ad esempio col coperchio di un porta torte.

Baci baci e a presto, promesso 😉

Ho fatto la colomba!!!

colomba - fiocchi di burro

 

Sì, la foto lascia un po’ a desiderare… però è il primo tentativo della mia vita, considerando che non sono nemmeno riuscita a farla raffreddare ribaltata come si dovrebbe non si è nemmeno afflosciata troppo… e soprattutto è buona!!! L’hanno detto anche i comuni mortali che mangiano glutine!!

La ricetta l’ho rubata da qui, dal sito Un cuore di farina senza glutine. La principale differenza che ho apportato sta nelle farine utilizzate, io ormai ho i miei rodati mix di farine dietoterapeutiche (sempre frutto di un accurato studio dell’appena citato e meraviglioso sito) e preferisco quelli alle farine naturali. Ora, non tiratemi le pietre, ma questa moda dello snobbare le farine dietorapeutiche in favore di quelle naturali per me ha senso quanto lo snobbare gli ultimi diecimila anni di cucina per farsi la dieta paleo. Nope nope nope.

Io non uso mica farine senza glutine perché qualche fissa new age mi ha convinto che mi facciano meglio, le uso perché sono celiaca, il che significa che ogni mio sforzo è volto all’ottenere un prodotto finito il più simile possibile a un prodotto classico fatto con la farina di grano, un prodotto che per sapore, consistenza, morbidezza e durata non abbia nulla da invidiare ai prodotti classici e possa essere apprezzato da tutti… quindi ben vengano i mix di farine in commercio, anche perché dai, non è che tra gli ingredienti ci sia annoverato il piombo… alla fine nella maggior parte dei casi si tratta di qualche fibra, un po’ di amido, del guar, le cose che comunque andremmo ad aggiungere ad un mix di farine naturali.

Detto questo, via con la ricetta!! E sappiate che dovete iniziare tipo il giorno prima, magari tenendo degli orari più umani dei miei 😛

Ingredienti:

  • 400 gr di farina (io ho usato 170 gr di glutafin, 130 gr di schar mix B, 70 gr di agluten, 30 gr di farmo)
  • 1 cucchiaino di gomma di guar (non è necessario, alcune delle farine qui sopra lo hanno già, ma un pizzico in più non fa male)
  • 130 gr di zucchero a velo
  • 160 gr di burro fuso
  • 2 uova + 2 tuorli
  • 100 gr di latte tiepido
  • 14 gr di lievito di birra
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 arancia non trattata (e una grattugia)
  • 1 pizzico di sale
  • 100 ml di acqua
  • 1 stampo per colomba

per la glassa:

  • 1 albume
  • 50 gr di zucchero a velo
  • 50 gr di zucchero semolato
  • mandorle q.b.
  • granella di zucchero q.b.

Preparazione:

Iniziate con un giorno di anticipo, la sera preparate la biga unendo 100 gr di farina con 100 ml di acqua di acqua tiepida in cui scioglierete 1 grammo di lievito. Lasciate riposare a temperatura ambiente coperto con della pellicola per 12 ore.

La mattina dopo unite nell’impastatrice le uova e lo zucchero e montate. Mentre la macchina continua a impastare (potete usare anche delle fruste o farlo a mano) aggiungete il latte con disciolto all’interno il lievito, poi la farina rimasta, il sale, la vanillina e il burro fuso. A questo punto unite anche la biga e lasciate impastare per almeno 10 minuti. Nel mentre prendete la vostra arancia, lavatela bene e grattugiate la maggior parte della scorza. Con un coltello tagliate la parte superficiale della scorza rimasta e fatela a striscioline fiiiiniii finiii fiiini. Unite la scorza all’impasto e poi mettete tutto nello stampo.

Lasciate lievitare nel forno spento accendendo solo la lucina per circa 4 ore (io mi sono persa via e ne ho fatte 5, è sofficissima ma ho dovuto schiacciarla leggermente se no non sarei nemmeno riuscita a glassarla), l’ideale è che la colomba arrivi al bordo.

Preparate la glassa mischiando l’albume con lo zucchero a velo e lo zucchero semolato e spalmatela con delicatezza sulla colomba a fine lievitazione. Cospargete con la granella di zucchero e le mandorle e infornate a forno ancora freddo (mi raccomando) impostando la temperatura su 150/160° per 50 minuti o poco più.

Mettete della carta da forno sotto lo stampo perché se vi cola la glassa sul fondo del forno brucia… e la glassa colerà sicuramente!

Non aprite il forno fino a fine cottura poi fate la prova stecchino ed eventualmente fate cuocere altri 5 minuti.

Una volta cotta DOVRESTE infilzarla con degli spiedi o dei ferri per fare la maglia, appoggiarli a un qualche supporto e far raffreddare la colomba sospesa sotto sopra per evitare che si afflosci. Non posso spiegarvelo meglio di così perché io stavo per distruggerla e ho miseramente fallito. Anzi, se qualcuno mi spiega meglio come fare mi fa un favore, però come vedete avendola fatta lievitare tanto non è si è afflosciata molto.

Buona Pasqua a tutti!!

colomba - fiocchi di burro

Colomba millefoglie

colomba millefoglie - fiocchi di burro

 

Questa ricetta me la tengo in serbo da un anno, sappiatelo. L’ho rubata da La cucina italiana e l’ho propinata a padre – che ha molto gradito –  per Pasqua. E’ una di quelle cose semplici ma esteticamente molto carine che danno un sacco di soddisfazione da realizzare perché con zero sbatti (o quasi) si fa bella figura! 😛 …poi beh, dopo aver vinto la mia battaglia per preparare una buona sfoglia senza glutine (che ora si gonfia più di quella in foto) mi da doppiamente gioia!

 

– vi serve una formina o un cartamodello per ritagliare le colombe, io ne ho fatto uno ricopiando la colomba in copertina –

IMG_20150325_164535cartamodello colombina - fiocchi di burro

 

 

Ingredienti (per 4 colombine):

  • 4 rotoli di pasta sfoglia da 200 gr (uno per colombina)
  • zucchero a velo q.b.
  • 500 gr di crema pasticcera (eventualmente portando a 50/55 gr la maizena se volete essere sicuri che la crema se ne stia al suo posto)

Preparazione:

Preparate il cartamodello o prendete la formina e ricavate da ogni foglio di pasta sfoglia 3 colombine. Infornate 6 colombine per volta sulla placca del forno e fatele cuocere per 10/15 minuti a 200° (i tempi di cottura variano leggermente da forno a forno e da una sfoglia all’altra, non fatele seccare!).

Potete bagnare con dell’acqua e cospargere di zucchero a velo le 4 colombe che andranno a coprire la millefoglie prima della cottura per farle caramellare, in alternativa potete cospargere di zucchero a velo il dolce finito.

Nel mentre preparate la crema pasticcera. Lasciate raffreddare sia la crema che le sfoglie e poi andate a comporre i vostri dolci. Per non rischiare di rompere la sfoglia stendendo la crema e per avere un risultato più preciso vi consiglio di usare una sac à poche. Mettete il primo strato di colombine su un piatto da portata, coprite con la crema pasticcera, mettete il secondo strato di sfoglia, altra crema e coprite con le colombine. Spolverate di zucchero a velo e servite!

…e buona Pasqua a tutti ^^

031 (2)

Mini apple pie!

apple pie - fiocchi di burro

Povere mele, le faccio sempre appassire… io ci provo a mangiare la frutta, lo giuro, ma è contro ogni volontà del mio stomaco, a meno che non sia cotta e magari pure nascosta dentro a qualche dolce! E così domenica, mentre guardavo quelle mele un po’ raggrinzite, ho deciso di provare a fare un dolce che ancora non avevo mai fatto: la apple pie.
La difficoltà principale è stata capire con cosa farla questa maledetta apple pie, metà delle ricette americane mettono come ingrediente pie crust… chiaro, perché la comprano già fatta come facciamo noi con la sfoglia (in realtà, come fanno gli altri, quella senza glutine in commercio è disgustosa e quindi io sono costretta a farla in casa), questo non risolve il mio problema però, e quelle italiane usano un po’ quel che gli pare 😛 alla fine con un po’ di ricerche ho trovato delle ricette convincenti, l’impasto è sostanzialmente quello di una brisé… là, ci voleva tanto? potevo arrivarci in effetti eh, ma ogni tanto mi perdo in un bicchier d’acqua!
Ovviamente, tra una ricetta e l’altra mi sono saltate fuori delle foto di mini apple pie ed erano così carine *____* che non ho potuto esimermi dal farle! …e OVVIAMENTE siccome io e le dosi ci malsopportiamo me ne sono uscite 16, che sì, sono un po’ tantine, soprattutto considerando che una ha circa 220 kcal! – A occhio con queste dosi ci si può fare anche una apple pie nella teglia classica. –

Ingredienti (per 15/16 mini apple pie):

– vi servono un coppapasta da 10 cm, una tazzina da caffé o uno stampo rotondo per biscotti e una teglia per muffin –

  • 375 gr di farina (io ho usato Schar mix C)
  • 230 gr di burro
  • 15 gr di zucchero
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 100 ml di acqua fredda
  • 3 mele fuji (potete usare le mele che preferite)
  • una manciata di uvetta (la ricetta originale vuole la cannella, non l’uvetta, ma io ABORRO la cannella)
  • 40 gr di zucchero di canna
  • 1 tuorlo (+ 2 cucchiai di latte facoltativi)

Preparazione:

Tagliate il burro a cubetti e lasciatelo a temperatura ambiente per dieci minuti, così risulterà più morbido durante la lavorazione. Mettetelo in una terrina con la farina, lo zucchero e il sale e impastate a mano. Così come per la frolla, la pasta non va lavorata troppo per non rovinarne la consistenza. Impastate finché il burro inizia ad amalgamarsi con la farina, poi aggiungete l’acqua e continuate fino ad avere un impasto abbastanza omogeneo e che stia insieme quando lo appallottolate. Mettetelo nella pellicola e lasciatelo riposare mezzora in frigo.

Nel mentre preparate le mele. Lavatele, sbucciatele e detorsolatele e fatele a cubetti piuttosto piccoli. Mettetele in una terrina con lo zucchero di canna e l’uvetta, mescolate e lasciate riposare.

Passata mezzora prendete la pasta dal frigo e stendetela con uno spessore di 2 o 3 millimetri, io l’ho divisa in due panetti e li ho stesi uno per volta per comodità. Ricavate dalla pasta i 16 cerchi grandi, imburrate e infarinate la teglia per muffin e riponete i cerchi con molta delicatezza all’interno degli stampini foderandoli – con i cerchi avanzati che non ci stavano nella teglia ho fatto dei semicerchi. Riempite i dischi col ripieno di mela e impastate i ritagli di pasta con quella avanzata e stendetela di nuovo. Ricavate 12 cerchi più piccoli e usateli per coprire il ripieno, poi sigillate e rifinite i bordi delle mini apple pie; per fare i semicerchi invece mettete un po’ di ripieno di mele in una metà del disco di pasta e usate l’altra per coprire, poi sigillate i bordi con i denti di una forchettina.
Spennellate con un tuorlo sbattuto con due cucchiai di latte e infornate a 200° per 20 minuti.

…sono ottime anche calde, ma attenti a non ustionarvi la lingua!!

apple pie - fiocchi di burro