Feed RSS

Archivi categoria: Brunch

Brownies

Brownies  - fiocchi di burro

Va beh, visto che è sensibilmente ottobre inoltrato, ormai l’estate è un ricordo e non dovrò più uscire 5 giorni a settimana per sentirmi ancora giovane perché è estate… e visto che ormai finito il we, andati i parenti, pulito la casa non mi rimane che riposare per il rientro al lavoro domani almeno un po’ riposata, direi che posso ricominciare a scrivere sul mio tanto caro quanto deserto e abbandonato blog.
La costanza non è proprio il mio forte. Lo so, non si fa così. Un blog per avere un seguito sincero non può andare in vacanza 5 mesi l’anno. E’ vero, però oh.. life happens, a volte passa la voglia, manca il tempo, finisce così. 😛

Riparto con una ricetta easy ma delle mie preferite, con questa roba ci corrompete chiunque, di qualunque età.

Buon autunno a tutti (…e io che volevo andare al lago -.- )

Ingredienti (per una teglia 30×40):

  • 150 gr di farina (Schar mix C)
  • 270 gr di burro
  • 300 gr di cioccolato fondente
  • 300 gr di zucchero
  • 30 gr di cacao
  • 3 uova
  • 10 gr di lievito
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • 60 gr di noci/nocciole (facoltativo)

Preparazione:

Fate sciogliere burro e cioccolato a bagno maria. Montate le uova con lo zucchero, unite farina, cacao, lievito, vanillina e sale e poi aggiungete cioccolato e burro fusi. Unite l’eventuale frutta secca e infornate in una teglia rettangolare rivestita di carta da forno per 30 minuti a 180°.

Lasciate raffreddare prima di tagliare a cubetti, quando sono caldi tendono a sbriciolarsi un po’.

….e non mangiatene troppi che non volete sapere quante calorie hanno!!

brownies - fiocchi di burro

Annunci

BRUNCH!!

Brunch - fiocchi di burro

Alla faccia di quelli a cui la domenica non piace!! 😛 Diciamolo, il brunch è un ottimo motivo per uscire dal letto la domenica mattina… ed è vero che ultimamente iniziano ad andare di moda le colazioni all’inglese e qualche locale apre e le fa, ma vogliamo discuterne? Vestirsi, uscire, guidare, stare in mezzo alla gente, andarsene… Sì, certo, mia madre mi direbbe “tirare in giro tutto quel traffico lì, cucinare, pulire, no no…” che è comunque un valido punto di vista, dipende un po’ dalle abitudini e dai gusti di ognuno. Non che io abbia grandi scelte, tolte le uova c’è poco che io possa mangiare ad un brunch essendo celiaca, ma nulla toglie che preferirei comunque la tranquillità e il divano di casa mia la mattina.

Cosa si mangia ad un brunch? sostanzialmente un po’ quello che volete, tradizionalmente un misto fra colazione inglese e dolci. Io di solito preparo salsiccia, uova, bacon, hobo eggs, fagioli, patate, pomodori fritti, french toast, pancakes o anche crepes e sfrutto il dolce del giorno prima, muffin, brownies, torte, plumcake, quello che volete. Sul bere non mi esprimo, da cocacola-dipendente con tutto questo unto e tutto questo dolce… che ve lo dico a fare 😛 anche se dell’acqua e del succo potrebbero salvarvi la vita! ..oh, potrebbe essere carina anche della frutta!! Io non ho l’abitudine, ma magari delle fragole *__*

Chiaramente non siete tenuti a cucinare tutta questa roba, potete scegliere quello che preferite, togliere la carne se siete vegetariani, usare latte di soia e burro vegetale se avete dei problemi con il lattosio, usare prodotti gluten free se come me siete celiaci (e chiaramente propinarli a tutti che tanto è tutto superbuono lo stesso e qui non si è mai lamentato nessuno!).

Il punto cruciale di tutta questa storia è l’organizzazione. Io preparo quasi tutto al momento, principalmente perché la maggior parte delle cose non sono buone riscaldate, quindi:
1. decidete cosa volete mangiare; se lo decidete il giorno prima potete anche decidere di cucinarvi prima un dolce e/o di preparare e lasciare pronto in frigo l’impasto per pancakes e crepes;
2. studiate l’ordine migliore in cui cucinare tutto cercando di sporcare meno pentole possibile e lasciando per ultime le pietanza tipo hobo eggs o uova ad occhio di bue che sono cose da preparare e servire al volo;
3. il forno è vostro amico, mettetelo su 60° quando iniziate a cucinare e stoccateci il cibo man mano che lo preparate;
4. i piatti neri sono fighi;
5. vi lascio il mio ordine, possa salvare le vostre domeniche!

Io, come dicevo prima, tendo ad avere sempre dei dolci già pronti in casa, ma se siete delle persone meno golose di me potete prepararvi un dolcetto il giorno prima, un plumcake allo yogurt, dei muffin, dei brownies o qualche bella torta!

Quanto a pancakes e crepes potete preparare l’impasto il giorno prima o come prima cosa la mattina e lasciarlo riposare in frigo fino al momento opportuno. Potreste far bollire anche le patate il giorno prima, ma io le preferisco appena fatte.

Veniamo alla mattina, contate che un’ora più o meno vi ci vorrà per preparare tutto (se fate tutto e non l’avete mai fatto anche un’ora e mezza).
Mettete a bollire le patate, fra il tempo che ci impiega l’acqua a bollire e quello delle patate per cuocere ci vorranno circa 35 minuti (10+25).
In una piccola pentola mettete una scatola o due di fagioli cannellini scolati e sciacquati, aggiungete sale e pepe, un filo d’olio, mezzo bicchiere d’acqua e un cucchiaio di concentrato di pomodoro e fare cuocere 5 minuti.
Prendete due pomodori tondi o dei pomodorini, tagliateli a fette o solo a metà nel caso dei pomodorini, e rosolateli in padella con un filo d’olio e un pizzico di sale. Sistemate fagioli e pomodori in due ciotole e riponetele nel forno.
Sbattete un uovo con due cucchiai di latte e un pizzico di sale, tagliate delle fette di pane in cassetta a metà formando dei triangoli e preparate i french toast immergendo le fette di pane nell’uovo e facendole cuocere in padella con una noce di burro, fino a farle dorare. Riponeteli in forno.
A questo punto le patate dovrebbero essere cotte, scolatele e lasciatele raffreddare.
Preparate la salsiccia, io di solito la taglio a pezzetti di 10 cm, la spello e la schiaccio leggermente, ma potete anche cuocerla intera, con un filo d’olio o al naturale. Quando sarà cotta mettetela in forno assieme al resto.
Spelate le patate e fatele saltare in padella con del burro fino ad ottenere una crosticina dorata. Mentre le patate saltano in padella preparate il bacon. Mettete il bacon in una padella antiaderente senza condimenti e lasciate rosolare da entrambi i lati fino a farlo diventare croccante. Spedite in forno anche bacon e patate.
SE dovete cucinare pancakes o crepes preparate il bacon DOPO aver cotto pancakes e crepes, va bene lasciarlo in forno ma non per mezzora! In forno anche pancakes/crepes!
Siamo quasi alla fine: strapazzate delle uova o fatele all’occhio di bue (sì, volendo nella stessa padella dove avete fatto il bacon, io per il bene della vostra digestione lo sconsiglio) e nel mentre preparate gli hobo eggs!
Dimenticavo, sfruttate i tempi morti per apparecchiare la tavola!!!
Finito di cucinare potete impiattare le uova, sfoderare tutto quel cibo buono dal forno, prendere una nutella, della marmellata e dello sciroppo d’acero e mangiare fino a scoppiare!!

Nel testo qui sopra in arancione trovate tutti i link alle ricette, vi lascio le dosi per una persona, da moltiplicare per quanti volete!!

Ingredienti per un essere umano medio pronto ad affrontare 5 ore di digestione, nel caso volesse mangiare 1 porzione di tutto:

– attenzione, potrebbe avanzare del cibo, dipende dai vostri commensali!! –

  • 100 gr di salsiccia
  • 40 gr di pancetta/bacon
  • 2 uova strapazzate o all’occhio di bue
  • 1 hobo egg (1 uovo + 1 fetta di pane in cassetta)
  • 1 patata
  • 1 pomodoro o 4 pomodorini
  • 1oo gr di fagioli già cotti (+ un cucchiaio di concentrato di pomodoro)
  • 3 french toast (3 triangoli di pane in cassetta + 1/2 uovo sbattuto con 2 cucchiai di latte)
  • 2 pancakes/crepes (+ sciroppo d’acero)
  • 1 fetta di dolce
  • olio evo
  • burro
  • sale e pepe
  • nutella e marmellate per french toast, pancakes e crepes
  • acqua, succo, bibite

A occhio sembra che a mangiare tutta questa roba uno finisca in pronto soccorso, io di solito mangio un po’ meno di così, ma ho visto più persone finire tutto senza problemi! Regolatevi voi e… tenetevi il pomeriggio libero!!! (e se non fosse chiaro qualcosa chiedete pure!!)

 

brunch - fiocchi di burro

brunch - fiocchi di burro

brunch - fiocchi di burro

Hobo egg!

Hobo egg - fiocchi di burro

Chiamato anche Hobos, Egg in a hole, “quell’uovo dentro alla fetta di pane che è l’unica cosa bella di V per Vendetta” etc etc…

E’ stata una delle scoperte più eclatanti, culinariamente parlando, della mia vita. Ero del tutto ignara dell’esistenza di questo piatto e, per quanto mi scocci ammetterlo, non mi sarebbe mai venuto in mente di cucinare una cosa simile finché non ho visto quel sopravvalutatissimo film che è per l’appunto V per Vendetta. Sorvolando sulla mia opinione sul film, e no, non ho letto il fumetto… quando ho visto quell’uovo non ho potuto smettere di pensarci e cerca, cerca, cerca… alla fine Google (grazie Google ti amo) mi ha dato la risposta di cui avevo bisogno.
Da allora li cucino spesso, li cucino quando sono di corsa, quando sono ammalata e non mi va quasi niente, sempre e per forza quando faccio un brunch, a volte me li cucino per stare leggera come stasera: due ovetti e una bella insalata (se vi state chiedendo l’altro dove sia, la risposta è “burp”).

Direte voi “leggera?? ma è fritto nel burro!!”…sì, sì è vero… però alla fine con 10 gr di burro ve ne fate due. Fritto quanto volete ma con due fettine di pane imburrato, due uova e un’insalata io sono sazia e ben nutrita!!

Ingredienti (per un hobo egg): 

  • 1 fetta di pane in cassetta, io a volte uso anche quello ai cereali (per farlo senza glutine sempre Schar – da cui non sono pagata per fare pubblicità – semplicemente gli ultimi tipi di pane in cassetta sono infinitamente più buoni di quelli delle altre marche)
  • 1 uovo
  • 5 gr di burro
  • 1 pizzico di sale

Preparazione:

Ritagliate un rettangolo dentro alla fetta di pane ottenendo quella che sarà la cornice dell’uovo. Fate sciogliere un pezzettino di burro in un padellino antiaderente e mettete la fetta di pane – rettangolo incluso – a rosolare. Quando la fetta di pane avrà preso colore giratela, togliete il rettangolo e fatelo rosolare al di fuori della cornice.
Versate dentro alla cornice di pane un uovo, stando bene attenti a non rompere il tuorlo, salate leggermente, coprite con un coperchio e fate cuocere un paio di minuti a fuoco basso. Con una forchetta per sollevare il pane e una paletta su cui appoggiare il fragile lato col tuorlo girate molto delicatamente la fetta di pane e fate cuocere ancora un minuto (chiaramente potete aumentare o ridurre i tempi a seconda di quanto cotto vi piace l’uovo). Servite, tagliate e usate il rettangolo di pane per raccogliere il tuorlo! Gnaaaaaaam!

Muffin di zucca con le immancabili goccine di cioccolato!

…e poi ti si rompe il Mulinex. Dio boia. Posso dirlo? Bravi eh… bella idea del cazzo. Chi è che ha avuto la pensata di fare le fruste in plastica??? Ok ok.. io l’ho usurato, è vero.. ha impastato di tutto per un anno.. ma avrei accettato di più che si fondesse il motore… non che si rompesse una spatola dentro l’impasto neanche stessi mischiando i sassi!!! E’ vero anche che attendo una planetaria che dovrebbe arrivare a giorni ma insomma.. io ero affezionata a Mazzafrusto! e non voglio disfarmene… soprattutto non quando è ancora funzionante… e sul sito della Mulinex c’è già il modello nuovo, non ci sono nemmeno i ricambi. Posso dire anche questa? viviamo in un mondo di idioti dove si butta sempre tutto senza motivo… povero Mazzafrusto. 😦 Ti troverò una frustina nuova prima o poi!!! 😦

Comunque… mi ha abbandonata mentre impastavo… che già io faccio i dolci la sera dopo una giornata di lavoro e pure fisicamente debilitata, morivo proprio dalla voglia di impastare tutto a mano.. e va bhé… SHIT HAPPENS. Sì sì, ora la smetto con le parolacce e inizio a parlare della ricetta di oggi che al momento cuoce in forno – vorrei farvi notare che dev’essere la stanchezza, ma è la prima volta che prendo coraggio e inizio a scrivere prima di conoscere il risultato… magari tra mezzora scopro che fanno schifo e cestino il post. 😛

Io odio gli esperimenti… cioè, li amo, non posso farne a meno, voglio saper fare sempre più cose, sempre di più… ma che stress, per quello amo e odio gli esperimenti: mi stresso. Mi stresso perché se poi non mi piace? e se viene male? e se ho sbagliato tutto? e se fosse come quella volta che ho fatto i muffin salati (e diciamolo che sono un’idea disgustosa dai!)?? e se non cuociono? se la zucca è bagnata? se manca di sale? se… aaaaaaaaah. Basta. In cucina.. però che stress. Ho l’ansia, non è colpa mia.. ho sempre l’ansia. E’ così rilassante cucinare.. e invece sperimento e mi viene l’ansia.

No ok sono siamo alla terza teglia e sono buoni!! Menomale… eccoli qua!!

 

fiocchi di burro - muffin di zucca

Ingredienti per 24 muffin: 

  • 410 gr di farina (Schar mix C)
  • 180 gr di burro
  • 200 gr di zucchero
  • 3 uova
  • 180 ml di latte
  • 1 cucchiaio pieno di miele di tiglio
  • 460 gr di zucca cotta (peso a crudo)
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • 70 gr di gocce di cioccolato fondente

Preparazione:

La zucca. Orbene.. parlano tutti di farla in forno ma ognuno ha la sua idea su tempo e temperatura.. morale.. 20 minuti dopo era come non averla messa.. e allora mi sono ingegnata. Pentola, zucca a cubetti, un pizzico di sale per farle fare l’acqua e un pizzico di acqua per evitare che bruci prima di poterla fare… coprite e fate cuocere a fuoco vivace una decina di minuti, poi scolatela in un colino coi buchi non molto grandi e schiacciatela senza pietà fino ad ottenere una poltiglia libera dall’acqua in eccesso.

In una terrina unite burro e zucchero fino ad ottenere un composto cremoso. Unite le uova e il latte poco alla volta e poi la farina setacciata con sale e lievito. A questo punto potete unire la zucca, il miele e le gocce di cioccolato. Date una mescolata energica e riempite i pirottini! Cuociono in forno in 20/22 minuti a 180° e ovviamente… sono buonissimi!!

 

 

Millefoglie di pane carasau

Fiocchi di burro -  mille foglie di pane carasau

 

Ricetta ispiratami da quella di Andrea che trovate qui. Io ho fatto più strati, credo sia una questione territoriale… lui -ligure- ne ha fatto una focaccia…. io -lombarda- ho istintivamente iniziato il secondo strato come se stessi facendo le lasagne 😛

Comunque devo riprovare a fare la sua ricetta passo passo… ho giusto in frigo un formaggio umbro poco stagionato e una finocchiona che se ci penso altri 5 minuti me li inforno per merenda!!!!

Si tratta davvero di un piatto semplice da preparare, ma decisamente gustoso e che da soddisfazione, potete metterci dentro quello che volete e secondo me è ottimo sia caldo che freddo, perfetto per un aperitivo!

Ingrendienti (per una tegliettina da 2 porzioni):

  • 3 fogli di pane carasau (io ho usato quello senza glutine della Madrigali)
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 50 gr di grana grattuggiato
  • 100 gr di prosciutto cotto
  • 1 filo di olio evo

Preparazione: 

Bagnate il pane col latte tiepido. Stendete un primo strato (se la teglia non è antiaderente foderatela con della carta da forno), mette un po di formaggio, di prosciutto e di formaggio, coprite con del pane e fate un altro strato di prosciutto e formaggio, coprite ancora col pane, versate un filo d’olio, del grana e infornate a 180°/200° per 15 minuti.

Servitelo in porzioni da “lasagna” oppure lasciatelo raffreddare e tagliatelo a pezzetti…

Fiocchi di burro -  mille foglie di pane carasau

 

Easy brunch da postumi del sabato sera

Fiocchi di burro -  brunch

 

– anche la foto è da trauma mattutino, scattata a caso col cellulare –

Lo scenario è post apocalittico, però dovete averlo previsto prima, non sia mai che poi vi manchino gli ingredienti…

Siete tornati ad un orario indecente, siete a casa da soli e vi siete alzati ad un orario più indecente di quello a cui siete tornati…. vagate in quel limbo domenicale da “maa che oree sono??? +.+ ” e vorreste un po’ fare colazione ma pensate che poi avrete fame e dovreste pranzare ma in realtà… è quasi ora di merenda. :O e allora?? Brunch. Una roba facile… pronta in mezzora.. un mix di colazione inglese e roba dolce…

Ingredienti (per un postumato del sabato sera):

  • 100/150 gr di salsiccia
  • 3 uova
  • 50 gr di pancetta
  • 2 o 3 pomodori da sugo piccoli (o anche pomodorini, ma allora aumentate la dose)
  • 50 ml di latte
  • 3 fette di pane
  • 1 dolcetto già fatto, vi concedo anche che sia confezionato, io avevo un brownie al cioccolato bianco
  • olio evo
  • burro
  • sale
  • succo di frutta, acqua, coca cola (rigenerante, reidratante, energizzante!! :P)

Preparazione:

L’ordine è fondamentale, se no vi si raffredda tutto. Prendete una padella, metteteci un filo d’olio… spellate la salsiccia, dividetela in pezzi e appiattiteli leggermente, lavate e tagliate in due i pomodori e mettete tutto in padella, salate e lasciate cuocere almeno 5 minuti. Quando saranno pronti copriteli per tenerli caldi.

In un’altra padella fate friggere al naturale, senza aggiungere niente, la pancetta finché non diventa croccante. Toglietela e mettetela da parte coperta. Nella stessa padella fate due uova all’occhio di bue usando il grasso lasciato dalla pancetta… potete farle anche strapazzate.

Intanto che le uova cuociono e date una girata ogni tanto a salsiccia e pomodori… preparate i french toast! Sbattete un uovo, salatelo poco poco, aggiungete il latte, immergeteci le fette di pane e mettetele a cuocere in una padella con due noci di burro. Sono pronti quando sono dorati da entrambi i lati.

Impiattate. In un piatto piano mettete salsiccia, pomodori, uova e pancetta… in un piattino il dolce e i french toast e non dimenticate l’importanza delle tre bevande! 😛

Se volete poi sui french toast potete mettere marmellata, nutella, zucchero a velo… io li ho mangiati da soli… che così si accompagnavano bene anche a salsiccia e uova.. e poi direi che l’apporto calorico è già da rischio infarto così! 😛

Tre padelle sono troppe??? forse. Io però le metto in lavastoviglie. Grazie lavastoviglie ❤