Feed RSS

About

Fiocchi di burro - io

Sì, questa è la mia faccia… perché non una foto in cucina? perché chi mi conosce sa che dalla mia cucina è meglio starci fuori. Odio le interferenze, soprattutto di mani poco capaci 😛 Quindi è difficile che a qualche coraggioso venga voglia di fotografarmi…

Coooomunque, parliamo di cucina.

Cucino da dieci anni…  forse di più… ho delle difficoltà ad accettare l’invecchiamento… (i primi 14 anni della mia vita sono scanditi dal mio odio verso la maggior parte dei cibi e dal mio pesare una manciata di chili… poi deve essersi tipo creato un buco nero nel mio stomaco……….). Non è che dieci anni fa fossi proprio proprio capace… ma iniziavo a capire le dinamiche e a cucinare cose mangiabili, direi che ho iniziato ad essere acclamata nelle cucine degli amici intorno ai 18/19 anni… che poi lì, oltre alle mie induscusse capacità :P, giocava molto il binomio “amici che vogliono qualcosa di unto” – “genitori di amici che se cucina qualcun’altro sono contenti di non dover cucinare loro”.

Qualche anno fa ho attraversato la fase burro. Una fase pericolosa per la salute di te e chi ti sta intorno, ma pur sempre tappa fondamentale nella crescita del buon lombardo! Beatà gioventù, ancora non ingrassavo! …forse perchè non sapevo di essere celiaca… ehm.. coff.. va beh.. Poi ho capito che fooorse, ma forse, il cibo era buono anche con una percentuale di burro inferiore al 50%. Non che ora ne usi poco… diciamo che ho eliminato il fattore “infarto subito”. Non toglietemi il burro dai dolci. Non mi interessa se vengono bene anche con l’olio. I dolci devono sapere di burro, la casa deve sapere di burro, possibilmente anche io devo sapere di burro.

Ho attraversato anche la fase maiale… ma a quella non c’è rimedio. Il maiale è e rimane la cosa più buona del mondo. Io del maiale mangio pure il piede ❤

Purtroppo, da un paio d’anni a questa parte, mi è toccata pure la fase gluten free – imposta da una simpatica celiachia, non da del fricchettonismo new age, sia chiaro – e questo è il motivo per cui le ricette che posto portano tra parantesi il tipo di prodotto senza glutine usato.

Ci sono tantissimi prodotti senza glutine ormai, il punto è che un prodotto confezionato non sarai mai come uno fresco, nei ristoranti che propongono menù gluten free – io apprezzo l’impegno – non ho mangiato bene (lo spaghetto Schar che riconoscerei, fosse uno su un milione, per la sua caratteristica immangiabilità… la pizza con quella bella consistenza marmorea…) e soprattutto è molto difficile trovare una pasticceria… quindi se già amavo cucinare e cucinavo molto prima, ora sono a maggior ragione motivata, perché se voglio mangiare qualcosa di buono è meglio se me lo cucino da me!!

Se volete contattarmi scrivete a fiocchidiburro@gmail.com

»

  1. Pingback: Cioccolatini e Dolcissimi Premi | Ricette Senza Glutine

  2. fantastica

    Rispondi
  3. Bellissima presentazione!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi
  4. Ciao Fiocchi di Burro, grazie di avermi incominciato a seguire! Io non amo molto la carne, soprattutto il maiale non potrei mai mangiarlo mi fa una pena! Però per il resto anche a me piace cucinare e ho iniziato più o meno l’anno scorso quando ero ancora giovane (17 anni)!! A presto!

    Rispondi
  5. Meravigliosa ironia che sana tutti i problemi! Mitica!
    Ciao, Tatiana

    Rispondi
  6. Grazie per essere passata dal mio blog, mi hai permesso di scoprire il tuo 🙂

    Rispondi
  7. ..lo sai che io ti adoro sempre più!?? a me hanno diagnosticato la celiachia nel novembre 2013 quindi… vita nuova!! e concordo quando dici “se vuoi qualcosa di buono fattelo da te!”
    ..sempre più contenta di “venirti a trovare!!” 😉
    Un bacione!!! ❤

    Rispondi
    • Eh è un bello sbatti all’inizio, ma poi ci si abitua!! …fin troppo. Io mi sono autorichiamata all’ordine perché ormai mi ero così abituata che rischiavo di dimenticarmene e mangiare cose a rischio!!
      Comunque, glutine o meno, le cose buone bisogna farsele da se – tolti rari casi tipo la pizza che non ho mai imparato a fare 😛 😛 Passa quando vuoi!! ..e se vuoi delle dritte, oltre alle ricette che trovi qui, posso dirti anche quello che qui non troverai, ovvero tutto quello che mi è venuto male e non devi assolutamente provare a fare! 😛 😛

      Rispondi
  8. Posso sedermi alla tua tavola? Rigorosamente fuori dalla cucina ok? XD

    Rispondi
  9. Ti ho nominato per il Liebster Award, spero ti faccia piacere,Nata

    Rispondi
  10. Ti ho nominato per il Liebster Award, spero ti faccia piacere
    https://leduecucine.wordpress.com/2015/03/03/liebster-award

    Rispondi
  11. Sei troppo, troppo forte! Mi piace un sacco quello che dici, quello che fai. la tenacia e la schiettezza!
    Un abbraccio!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: