Feed RSS

Hobo egg!

Hobo egg - fiocchi di burro

Chiamato anche Hobos, Egg in a hole, “quell’uovo dentro alla fetta di pane che è l’unica cosa bella di V per Vendetta” etc etc…

E’ stata una delle scoperte più eclatanti, culinariamente parlando, della mia vita. Ero del tutto ignara dell’esistenza di questo piatto e, per quanto mi scocci ammetterlo, non mi sarebbe mai venuto in mente di cucinare una cosa simile finché non ho visto quel sopravvalutatissimo film che è per l’appunto V per Vendetta. Sorvolando sulla mia opinione sul film, e no, non ho letto il fumetto… quando ho visto quell’uovo non ho potuto smettere di pensarci e cerca, cerca, cerca… alla fine Google (grazie Google ti amo) mi ha dato la risposta di cui avevo bisogno.
Da allora li cucino spesso, li cucino quando sono di corsa, quando sono ammalata e non mi va quasi niente, sempre e per forza quando faccio un brunch, a volte me li cucino per stare leggera come stasera: due ovetti e una bella insalata (se vi state chiedendo l’altro dove sia, la risposta è “burp”).

Direte voi “leggera?? ma è fritto nel burro!!”…sì, sì è vero… però alla fine con 10 gr di burro ve ne fate due. Fritto quanto volete ma con due fettine di pane imburrato, due uova e un’insalata io sono sazia e ben nutrita!!

Ingredienti (per un hobo egg): 

  • 1 fetta di pane in cassetta, io a volte uso anche quello ai cereali (per farlo senza glutine sempre Schar – da cui non sono pagata per fare pubblicità – semplicemente gli ultimi tipi di pane in cassetta sono infinitamente più buoni di quelli delle altre marche)
  • 1 uovo
  • 5 gr di burro
  • 1 pizzico di sale

Preparazione:

Ritagliate un rettangolo dentro alla fetta di pane ottenendo quella che sarà la cornice dell’uovo. Fate sciogliere un pezzettino di burro in un padellino antiaderente e mettete la fetta di pane – rettangolo incluso – a rosolare. Quando la fetta di pane avrà preso colore giratela, togliete il rettangolo e fatelo rosolare al di fuori della cornice.
Versate dentro alla cornice di pane un uovo, stando bene attenti a non rompere il tuorlo, salate leggermente, coprite con un coperchio e fate cuocere un paio di minuti a fuoco basso. Con una forchetta per sollevare il pane e una paletta su cui appoggiare il fragile lato col tuorlo girate molto delicatamente la fetta di pane e fate cuocere ancora un minuto (chiaramente potete aumentare o ridurre i tempi a seconda di quanto cotto vi piace l’uovo). Servite, tagliate e usate il rettangolo di pane per raccogliere il tuorlo! Gnaaaaaaam!

Annunci

»

  1. Sara’ fritto ma ‘ buono!!! 😉 Buon inizio settimana, 🙂

    Rispondi
  2. Mi pare che Csaba dalla Zorza chiamasse questo piatto”Uova nel Toast” e che per San Valentino praticasse addirittura un foro con un coppapasta a forma di cuore al centro della fetta di pane. Ma forse non ricordo bene. Comunque l’idea è eccellente e si ha l’impressione di coccolarsi un po’ di più che non con un semplice uovo al tegamino!

    Rispondi
  3. il fritto ogni tanto ci vuole se poi è così semplice e gustoso .. perfetto!

    Rispondi
  4. Come dico sempre…”le cose fritte sono sempre le più buone! ” 🙂

    Rispondi
  5. E pensare che quando Csaba l’ha messo nel suo libro è stata tanto criticata! Secondo me è b-u-o-n-i-s-s-i-m-o!

    Rispondi
  6. Pingback: BRUNCH!! | Fiocchi di Burro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: