Feed RSS

Macché secondo voi le provano le ricette che scrivono?

Oggi niente foto, niente cibo, niente dolci, niente ricette.

Oggi protesto.. io dico, secondo voi, ma sinceramente, le grandi matrone dei blog, le prime, quelle che cavalcano l’onda da anni, ci fanno i soldi e sono sempre maledettamente tra i primi risultati di google impedendomi di leggere le ricette di chi è più meritevole.. quelle, secondo voi, le provano le ricette che scrivono?

No perché io solitamente cucino, provo, fotografo, mangio.. è buono? lo metto sul blog. Non prendo una ricetta a caso, la scopiazzo, ci metto gli errori, rubo una foto dal web e aggiorno il blog tutti i giorni… passi la ricetta copiata da un sito di un ristorante con l’aggiunta di patate che in un 8 minuti non cuoceranno mai, passino (passino??) le UNDICI uova per un pan di spagna da 24 cm.. ma le chiacchiere al forno… per tutti gli dei… sono proprio una frode. Dieci ricette, tutte uguali e un branco di idioti sotto “grazieeeee che bella ricettaaaaa” e foto sistematicamente rubate da qualche chiacchiera fritta di qualcun’altro.. ricette che non cambiano fra fritto e al forno, come se le dosi di grassi che entrano in gioco fossero le stesse… io ci ho provato, ho modificato 3 o 4 volte l’impasto perché il primo era pessimo.. niente da fare. E’ come mangiare la farina. Legano, legano che dopo mezzora fai ancora bleargh e tiri fuori la lingua. Ora, davvero le hanno provate? davvero la farina cotta a loro piace? davvero le loro si gonfiano come quelle fritte (ah-a) e diventano alte 5 cm con anche le bolle? ceeerto.

Le odio. Ho tutta la cucina da pulire, non ho il dolce.. e sicuramente qualcuno alla quindicesima pagina di risultati di google aveva postato una ricetta bellissima.

Che ci si strozzino con le loro chiacchiere. -.-“

Annunci

»

  1. Ti offro la mia più totale solidarietà. Anche io sono stata truffata miserabilmente con una ricetta proprio di chiacchiere. Una vera schifezza. Ricetta completamente sbagliata nelle dosi, nei sapori, nei tempi. Una serata buttata via per buttare via ciò che avevo fatto con tanta pazienza.
    Qualche giorno e ti passa 🙂 Ma mi trovi perfettamente d’accordo con quello che hai detto.
    Un abbraccio

    Rispondi
  2. Ahahah!!! Mi hai fatta morire con questo articolo 🙂 e mi sa che hai proprio ragione. Pure io ho fatto per ben 2 volte l’esperimento di ste chiacchere al forno perche’ non volevo cedere al fritto, ma davvero sono una schifezza immangiabile! Pero’ mi domando, ma i panettieri che hanno delle chiacchere fantastiche come fanno a farle? Io davvero entrando in panetteria non sento mai odore di fritto. Avranno sicuramente un segreto 🙂

    Rispondi
  3. Cara fiocchi di burro, purtroppo penso che la realtà dei fatti siamo molto vicina a quanto scrivi. Prima di leggere il tuo articolo stavo giusto per scrivere un post sulle chiacchiere, che qui dalle mie parti si chiamano anche “cenci”. L’inizio potrebbe essere questo:
    Dunque, qualche sera fa presa dalla nostalgia ho cercato la ricetta di questi dolci di carnevale per provarli nella versione gluten free. Piccola premessa, ho cercato a caso su internet la ricetta per celiaci e ho iniziato a realizzarla fidandomi della stupendissima foto con tanto di bolle. Risultato? L’impasto non stava insieme, ma non è tutto. Provando piano piano a mettere le strisce di pasta nell’olio per evitarne la rottura in mille pezzi (mi sembrava di giocare a shangai) il risultato è stato quello di veder scomparire la pasta in pezzettini.

    E’ in quel momento che mi sono detta: queste passano in pasticceria, fanno la foto al dolcino bello e poi ti spiattellano una ricetta senza glutine con tanto di “tadan!” o “voilà”. Ma non solo e qui apro un’altra questione: vogliamo parlare dei muffin? Anche quelli secondo me sono comprati e decorati successivamente.

    A me sinceramente non interessa diventare nessuno, però una ricetta finta è sempre e comunque falsa informazione, alterazione della realtà, priorità dell’apparenza rispetto al gusto vero delle cose.

    Un bacio!

    Rispondi
    • Lascia perdere gli impasti che non stanno insieme… è difficilissimo trovare una ricetta con le dosi giuste! ..figurati che io per le chiacchiere ho aggiunto acqua, latte e un uovo per far stare insieme la farina.. devi andare a occhio – che è difficilissimo perché io l’occhio non lo avevo e non è che ora ce l’abbia più di tanto – però se non sta insieme ci vuole più acqua, poca per volta… se poi fai impasti tipo la frolla allora aggiungi un uovo. E poi ti voti a qualche divinità….
      E sì, sono piuttosto sicura che quel che dici sulle foto in pasticceria sia vero.. anche se ti garantisco che le foto dei miei muffin senza glutine sono vere!!! ^_^

      Baci, abbracci e forza di volonta! 😉

      Rispondi
  4. Si, va là, le chiacchiere al forno non fanno altro che miiiiiicroscopiche bollicine da guardare in controluce. Io, devo dirti la verità, ho trovato anche un impasto che mi soddisfa e che in padella (non fritto) fa qualche bolla ma è ovvio che l’effetto è diverso 😀 A volte mi scrivono “ma non è uguale”…ovvio! Non è fritto. Ma visto che anche al supermercato spacciano per cotte al forno quelle che in realtà sono state fatte lievitare fritte e poi solo asciugate in forno, allora tutti pensano che aria calda e olio siano la stessa cosa. Non lo sono. E se vanno per traverso a chi approfitta dei risultati altrui, tanto meglio 😉

    Rispondi
    • Io penso di non volerle fare mai più, almeno non quest’anno… io per friggere di solito usa una cucina che ho in un locale che da sul giardino, così non intossico casa 😛 e attualmente è bloccato da dei ponteggi.. magari l’anno prossimo proverò, sicuramente fritte vengono meglio… è proprio la mancanza di unto di una cosa super farinosa messa a cuocere nel niente che non mi è piaciuto. Quasi come mangiare la farina dal sacchetto… (mioddio l’elenco delle tue ricette – cercavo le chiacchiere – sono tantissime!! devo spulciarmele tutte!!)

      Rispondi
      • Ahahah, pensa che nemmeno riesco a finire di aggiornarlo, quell’elenco 😀 Ti capisco, il fritto non ha paragoni ma quando proprio non si può mangiare si fa di necessità virtù 😉
        Vista la tua abilità con i dolci sono sicura che l’anno prossimo troverai la ricetta perfetta ma intanto…dieta! No, scherzo, niente chiacchiere…solo frittelle! 😛

        Rispondi
  5. ah il tuo post mi è piaciuto tanto! non voglio parlare dei crostoli al forno, quest’anno ho fatto le frittelle al forno prese da un blog ma devo dire che sinceramente visto quant’era spocchiosa questa, la ricetta sul blog non la metto perché mi scoccia dover mettere il link!!! Perché se prendo una ricetta da qualcuno trovo giusto nominarla…però sono d’accordo con te: più di una volta mi è capitato di prendere la ricetta da qualche blog e la ricetta non andava bene, mi sono venute fuori delle schifezze immani, e devo dire che mentre le facevo mi rendevo conto che qualcosa non andava (chiamiamolo sesto senso) ma ho continuato. Ora basta: se una ricetta mi pare che non vada, non la provo neppure. Eppure per trovare le ricette giuste effettivamente bisogna spulciare 15 pagine su google e trovi sempre gli stessi blog con mille commenti sotto, di quanto sono belle le foto (ma ci sono delle cose orribili) e quanto buoni, etc, etc, ed è così triste vedere che per quanto uno si sforzi, se non posti tutti i giorni (cosa impossibile se paradossalmente lavori! e soprattutto se provi e ti mangi quello che fai!) difficile avere un seguito. A parte la digressione, per fortuna oggi finisce carnevale e si può passare ad altri dolci!!!! ciao ciao

    Rispondi
    • Io non voglio più vedere una chiacchiera, mannaggia al carnevale! Comunque è davvero scandaloso… io ultimamente quando cerco le ricette vado su google immagini… è molto più immediato e spesso tra le foto trovi link a siti che comparirebbero in quinta pagina… oppure vado alla quinta pagina direttamente!! 😛

      Rispondi
  6. Eh…concordo pienamente!
    Persino ad un corso di cucina con uno chef… ho avuto ricette completamente sbagliate e dosi che non si capiva un bel niente…
    Soldi e tempo buttati.

    Rispondi
    • Anch’ioooooooo!!! Volevo strozzarlo. Si dava tante di quelle arie.. “io ho cucinato in tutto il mondo bla bla bla” e poi mi ha propinato le ricette rubate da giallozafferano con tanto di foto!!!

      Rispondi
  7. Io che di dolci ne faccio veramente pochi, almeno le poche volte in cui mi ci metto, li voglio perfetti. Quindi se le chiacchiere vanno fritte, si friggano o si facciano in alternativa i biscottini di frolla al forno!!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: